Letteratura

Bookcity Milano 2018: torna la grande festa del libro

Virginia Francesca Grassi
13 Novembre 2018

Stanno per riaccendersi le luci su Bookcity Milano 2018, l’attesissima manifestazione dedicata al libro e alla lettura che quest’anno giunge alla sua settima edizione.

Dopo lo straordinario successo riscosso fin dal suo esordio, la kermesse torna ad animare il capoluogo lombardo dal 15 al 18 novembre, con oltre 1300 eventi gratuiti in 250 luoghi diversi, tra incontri con gli autori, workshop, letture, presentazioni, mostre e spettacoli.

Una grande festa partecipata dei libri e della lettura, che per tre giorni riunirà all’ombra della Madonnina editori grandi e piccoli, librai, bibliotecari, autori, agenti letterari, traduttori, illustratori, il mondo delle scuole e delle università, ma soprattutto lettori di ogni tipo.

Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dall’Associazione BookCity Milano (Fondazione Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri), Bookcity Milano 2018 prenderà il via come ormai da tradizione dal suggestivo scenario del Castello Sforzesco per arrivare fino alle periferie, coinvolgendo così l’intera città. Si parte il 15 novembre, alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme, con Jonathan Coe intervistato da Barbara Stefanelli su “Il futuro che non ci aspettavamo”.

Tante le novità in calendario, a partire dal gemellaggio con Dublino, definita capitale storica della letteratura, così come gli ospiti e i protagonisti di un programma davvero intensissimo: ci saranno scrittori come Erri de Luca, Luis Sepulveda, Simonetta Agnello Hornby, Michele Serra, Helena Janeczek (vincitrice del Premio Strega di quest’anno), solo per citarne alcuni; e poi artisti, giornalisti, politici, intellettuali e musicisti, da Levante a Lo Stato Sociale, da Milena Gabanelli a Giuliano Pisapia.


Potrebbe interessarti anche