News

Brioni: in arrivo la capsule collection per lui a KmZero

Martina D'Amelio
18 Aprile 2019

Made in Abruzzo. Anzi, in Penne. La piccola cittadina terra d’origine della Maison Brioni, che riparte proprio da qui con la sua nuova capsule collection a Km 0.

La micro linea per lui pensata per l’autunno-inverno 2019/2020 dal marchio nell’orbita di Kering si compone di quattro capi realizzati con lane di pecore abruzzesi, confezionati proprio in provincia di Pescara. La limited edition è composta da un bomber check, un trench, una giacca e dei pantaloni sartoriali.

Il massimo della sostenibilità: KmZero, questo il nome della capsule, riduce al massimo gli sprechi, considerato che anche il taglio e la stiratura dei pezzi sono eseguiti nella storica sede produttiva a Penne, fondata nel 1959 da Nazareno Fonticoli e Gaetano Savini.

L’unico passaggio extra-territoriale? Quello intermedio di lavorazione e raffinamento della lana, eseguito nello stabilimento dei Fratelli Piacenza, storico lanificio biellese partner di Brioni.

Il lancio della capsule fa ben sperare per il futuro: il nuovo piano industriale, varato al Mise-Ministero dello sviluppo economico relativamente alla situazione produttiva e occupazionale dei siti produttivi, prevede la diversificazione delle linee in base alla fascia d’età e l’incremento della produttività e delle esportazioni verso i mercati cinese e russo. Una strategia tesa a diffondere la qualità del made in Italy – anzi, in Abruzzo – nel mondo.

In occasione del Salone del Mobile un’anteprima dei capi è già stata esposta nelle vetrine del flagship milanese di Brioni al numero 2 di via Gesù, ma KmZero sarà in vendita solo a partire dal prossimo settembre, in tutte le boutique monomarca del brand. Pensati per un uomo moderno e attento all’etica.

 

 

 

 



Potrebbe interessarti anche