Leggere insieme

Buddy e Spillo

Marina Petruzio
4 novembre 2018

Dopo poco più di tre anni dalla sua pubblicazione in Canada e in America, fra le novità autunnali di LupoGuido spicca “Buddy e Spillo”, un albo tutto canadese, scritto da Maureen Fergus e illustrato da Carey Sookocheff. Perfetto per i pomeriggi di pioggia.

Buddy è un cane. Uno di quei cani nati per essere amico, amico degli umani. Un essere buono. Estremamente buono, perfettamente inserito nel suo ambiente e assoggettato alle regole che gli umani gli hanno insegnato per essere un individuo integrato, simpatico e ben voluto da tutti. Ha quell’espressione che induce alla carezza e se lo potessimo incontrare per strada il movimento della sua coda ci porterebbe sicuramente a sorridergli, felici almeno quanto lui. E poi curioso, di quella curiosità irrefrenabile che a volte cozza con quel suo modo umano di stare tra gli umani. Soprattutto nei pomeriggi di piovosa noia, quando le possibilità di uscire si riducono a brevi e frettolosi giretti attorno all’isolato. Se non fosse che ad un tratto ecco Meredith (l’umana piccola) entrare in salotto con in mano una scatola misteriosa. E il pomeriggio prende tutta un’altra piega!

Ancora una volta una scatola, una normalissima scatola di cartone, è l’elemento ponte verso l’avventura: scardina le premesse, vivacizza il racconto. Soprattutto se poi, la suddetta scatola, è l’alloggio momentaneo di uno strano e sconosciuto essere, un burlone, privo di qualsiasi educazione famigliare e di conseguenza senza alcunissimo freno. La curiosità è canina e fa eco a bambina! Chi ha un cane, ma anche chi non l’ha e mai lo ha avuto, sa che il quadrupede è il miglior compagno di gioco: anche se adulto conserverà nel tempo quell’attitudine straordinaria a tornare cucciolo in un secondo appena intravede anche la più piccola possibilità di gioco. E con Spillo è facilissimo. Spillo è l’abitante della scatola – quella che Meredith ha posato per terra, in salotto, accanto al tavolino – che grazie a un improvviso quanto a proposito attacco di prurito Buddy ha potuto conoscere – osservare, annusare, ahimè leccare, e poi dopo aver tirato a indovinare cosa poteva essere, avere il piacere di conoscere. Così, forti del fatto che chi trova un amico trova un tesoro, in men che non si dica la casa si trasforma in un fuori burrascoso dove mobili e accessori a seconda della necessità del momento si trasfigurano, e sebbene Buddy sappia perfettamente che non si sale sul divano e tanto meno si monti sul tavolino…bè quando si è in pericolo di vita e il tuo amico dice salta si salta!

Di Buddy e Spillo non si può dire di più, se non che LupoGuido comincia a pubblicare i primi due di una fortunata serie che per ora ne contempla cinque. L’ albo, di un perfetto color zucca in tono con questo tardivo autunno, è una piacevolissima lettura di quelle – grazie alle fantasiose trovate di Spillo e alla canina simpatia di Buddy – con particolare attenzione al sorriso, che saprà diventare in breve tempo così famigliare da coinvolgere tutti, vero Buddy?

 

Buddy e Spillo
con i testi di Maureen Fergus
e le illustrazioni di Carey Sookocheff
la traduzione di Gabriella Tonoli
edito da LupoGuido
euro 12
età di lettura dai 7 anni per tutti


Potrebbe interessarti anche