News

Bulgari: Baselworld, addio

Martina D'Amelio
13 Febbraio 2020

Una delle ultime versioni di Octo Finissimo, l’orologio di casa Bulgari (presentata alla Lvmh Watch Week di Dubai 2020).

I saloni dell’orologeria sono ancora lontani, ma le anticipazioni fioccano. E dipingono una situazione non proprio idilliaca: soprattutto in merito a Baselworld 2020, che continua a registrare defezioni.

Solo la settimana scorsa, l’annuncio dell’assenza di Gucci e Breitling. Ora, a dire addio alla fiera svizzera degli orologi e dei gioielli, è Bulgari. “Dopo il successo della Lvmh Watch Week a Dubai a gennaio, e considerando l’attuale situazione socio-economica con le crescenti incertezze di viaggio dei visitatori internazionali, Bulgari Horlogerie ha deciso di non partecipare a Baselworld 2020”, ha dichiarato l’azienda.

Un duro colpo per la fiera, una nuova avventura per il segmento del gruppo. Che ha deciso semplicemente di non presenziare alla manifestazione preferendo organizzare dei roadshow dedicati nei suoi principali mercati, per incontrare i clienti e i media che non erano presenti alla Lvmh Watch Week negli Emirati.

Bulgari lascia definitivamente Baselworld? A quanto pare, no. La decisione per il 2021 sarà presa entro la fine di giugno. Ma le reali motivazioni non lasciano presagire nulla di positivo per la kermesse. “Per continuare a partecipare alle fiere servono tempi e costi diversi, che a oggi non sono coerenti con i requisiti commerciali e i rendimenti per gli investimenti”, ha commentato Jean-Christophe Babin, ceo del gruppo Bulgari. Insomma, il panorama che vedremo a Basilea dal 30 aprile al 5 maggio 2020 non è dei più rosei. Ricordiamo che nel 2019 la fiera ha dovuto fare i conti con quasi il 30% di espositori in meno rispetto al 2018 e un -22%, in termini di affluenza, e tra le nuove aggiunte figura al momento solo Dolce&Gabbana. Una fortuna per il salone concorrente Sihh, previsto dal 26 al 29 aprile?