Lifestyle

Capodanno: giro del mondo attraverso le tradizioni più originali e strambe

Clarissa Monti
26 dicembre 2017

Paese che vai, usanza che trovi: se è vero che le tradizioni italiane per festeggiare l’ultimo dell’anno le conosciamo tutti benissimo, rimarrete stupiti nello scoprire quali e quanti sono i riti con cui in giro per il mondo si celebra il passaggio tra il vecchio e il nuovo anno.

Lo sapevate che in Germania ci si maschera come a Carnevale? O che in Finlandia si legge il futuro nei metalli? E che in Brasile si festeggia in spiaggia saltando le onde?

Le tradizioni di Capodanno sono molto diverse di paese in Paese e spesso piuttosto stravaganti, ma sono tutte accomunate dallo stesso fine : propiziarsi la fortuna e fare il possibile affinchè l’anno che verrà sia meglio del precedente.

Ecco allora un giro del mondo attraverso riti scaramantici e usi gastronomici per festeggiare la notte di San Silvestro!

  • In Giappone si festeggia dal 1 al 3 gennaio, onorando gli spiriti degli antenati. Le decorazioni tipiche di questo periodo dell’anno vengono realizzate con rami di pino e bambù o con fili di paglia, mentre è uso comune consegnare cartoline di auguri ad amici e parenti.

  • In Grecia si usa appendere una cipolla davanti alla porta nel giorno del Capodanno come simbolo di prosperità per l’anno nuovo; le coppie invece rompono un melograno, simbolo di fedeltà e abbondanza, gettandolo davanti alla porta di casa.

  • La tradizione spagnola di Capodanno affonda le sue radici in un episodio storico del 1909, quando un gruppo di coltivatori di Alicante dovette disfarsi dell’eccessivo raccolto: da allora, per la Nochevieja, durante il conto alla rovescia nell’attesa della mezzanotte, si mangino 12 chicchi di uva, uno per ogni rintocco dell’orologio.

  • I russi scrivono un desiderio su un foglietto di carta, gli danno fuoco e lo lasciano spegnere in un bicchiere di champagne che va bevuto nel minuto successivo entro la mezzanotte. La tradizione vuole anche che, al dodicesimo rintocco, si apra la porta di casa per far entrare l’anno nuovo.

  • In Finlandia si getta del metallo fuso in dell’acqua fredda: la forma in cui si consoliderà sarà ciò che il nuovo anno avrà in serbo per noi.

  • In Olanda festeggiano mangiando le fortunatissime Oliebollen, delle frittelle con canditi, uvette, mele e ribes, e ricoperte di zucchero.

  • Come da noi a Carnevale, in Germania è usanza mascherarsi per l’ultimo dell’anno. Non solo: come buon auspicio si beve la Feuerzangenbowie, la bevanda della fratellanza, a base di vino rosso, cannella e rum.

  • Per propiziarsi un anno di ricchezza e abbondanza in Estonia il giorno di Capodanno si mangia ben sette volte durante il corso della giornata.

  • Noi siamo abituati all’intimo rosso, ma in Argentina si usa invece festeggiare Capodanno indossando lingerie rosa per un nuovo anno ricco d’amore. A mezzanotte, invece, tutti devono fare un passo in avanti con la gamba destra, ovviamente per cominciare con il piede giusto!

  • In Brasile il colore del Capodanno è invece il bianco, per tenere lontani gli spiriti maligni. Ma è tradizione anche andare in spiaggia e – complice la bella stagione – saltare esattamente sette onde come portafortuna, una per ogni giorno della settimana del nuovo anno!

  • Anche la tradizione del Cile è piuttosto simile a quella italiana: allo scoccare della mezzanotte si usa mangiare un cucchiaio di lenticchie per propiziarsi un anno pieno di lavoro e soldi. Più originale invece l’usanza di pulire la casa, dentro e fuori, per eliminare ogni energia negativa.

  • Molto simbolico: in Colombia si usa fare un giro del quartiere con una valigia vuota. Un modo per augurarsi un anno ricco di viaggi, avventure e scoperte.

  • In Ecuador si costruisce un grande pupazzo di paglia che simboleggia il vecchio anno, che poi viene dato alle fiamme allo scoccare della mezzanotte. Nel frattempo tutti gli uomini si vestono da donna per interpretare le vedove del fantoccio e raccolgono soldi per provare a salvarlo dalle fiamme.

 


Potrebbe interessarti anche