Fashion

Cappotto o montgomery: questo è il dilemma

staff
22 ottobre 2012

Abbiamo parlato di giacche da giorno e da sera, di abiti e di scarpe ma ora che è arrivato il freddo tutto ciò non basta e serve qualcosa di più caldo da indossare.

Le due possibilità più gettonate per il prossimo inverno sono  da qualche stagione il cappotto e il montgomery,  capi definiti classici che  hanno subito variazioni interessanti.

Iniziamo col parlare di un brand che non si può ignorare in tema di montgomery: Burberry. Lo presenta la linea Prorsum color verde militare, dal taglio piuttosto slim indossato sopra ad un abito scuro. Nelle proposte della casa inglese non poteva mancare il cappotto  nero, doppiopetto con otto bottoni e con scollo molto alto, dal sapore dandy anni ’40.

Ermenegildo Zegna invece si ispira ad un uomo meno formale, con un pizzico di stile British riadattando la forma del classico trench all’idea del cappotto invernale. Il  risultato è interessante, proposto dalla maison in blu che viene indossato sopra ad un ampio dolcevita.

Un uomo legato ad uno stile più formale è quello  pensato da Brioni, che inserisce nella sua collezione un cappotto tre bottoni in cachemire portato sopra il classico tre pezzi, tutto in tonalità di blu.

Infine l’ultimo brand di cui parlo è per coloro che si sentono  più modaioli e stravaganti e che vogliono qualcosa di diverso. Bene, Bark farà al caso vostro; questo  è un brand recente, ma già molto apprezzato che ha pensato di abbinare  il montgomery alla  maglia  con un risultato sorprendente. La scelta dei colori è quanto mai varia: non mancano i classici blu, nero e grigio ma io ritengo molto interessanti i colori più accesi come l’arancio, il rosso, il blu cina e il mio preferito: il giallo lime.

 

Per i più freddolosi esiste anche la versione con pelliccia interna. Veramente trendy!

A voi la scelta!

 

Federico Bianchi


Potrebbe interessarti anche