News

Catherine Deneuve: all’asta il guardaroba firmato Yves Saint Laurent

Martina D'Amelio
23 Gennaio 2019

Catherine Deneuve e Yves Saint Laurent nel 1965

Un prezioso archivio personale, fatto di abiti appositamente creati per lei da Yves Saint Laurent in persona. Questo è ciò che andrà in scena domani alla speciale asta indetta da Christie’s a Parigi che vede protagonista l’armadio esclusivo di Catherine Deneuve.

Una collezione privata e intima, considerato che i due si sono conosciuti nel 1965 (lei in quell’occasione le chiese di disegnarle un abito per incontrare la Regina Elisabetta) e hanno stretto un’amicizia e una lunga collaborazione. Protagonisti dell’evento, ben 350 pezzi conservati per 40 anni: 150 di questi saranno venduti nella sale parigine di Christie’s, mentre gli altri approderanno su internet. Il prezzo? Si va dai 100 a 5.000 euro.

Come mai la decisione di venderli? “Abbandono la casa in Normandia. Era lì che conservavo il guardaroba degli abiti che disegnò per me Yves. Confesso che lo faccio non senza malinconia. Sono le creazioni di un uomo di immenso talento al quale ero molto legata”, ha dichiarato l’attrice.

Tra gli abiti protagonisti dell’asta, ci sarà l’indimenticabile vestito charleston con ricami di perle della collezione Alta Moda primavera-estate 1969, che Catherine indossò per incontrare Alfred Hitchcock (base d’asta tra i 3 mila e i 5 mila euro). E poi l’abito a fiori rossi e viola che l’attrice ha indossato ai Golden Globes nel 1993, fino al modello in tulle sfoggiato in Dancer in the Dark di Lars Von Trier e l’abito lungo in velluto metallizzato indossato nel 2000 per la cerimonia degli Oscar.

Gli abiti all’asta vanno infatti fino all’ultima sfilata di Saint Laurent del 2002 (dove l’attrice era sempre seduta in prima fila). Pezzi dal valore inestimabile che ora faranno la felicità di altre fashioniste e collezioniste.

 

 

 



Potrebbe interessarti anche