Lifestyle

Chanel goes green e investe sulla la startup Sulapac

Beatrice Trinci
29 Dicembre 2018

Chanel continua a colorarsi di verde: dopo aver annunciato l’addio all’utilizzo di pelli esotiche nelle proprie collezioni, la celebre Maison francese ha da poco investito in una startup finlandese a prova di ecosostenibilità. Si chiama Sulapac la giovane azienda fondata nel 2016 a Helsinki dalle biochimiche Suvi Haimi e Laura Kyllönen, che realizza materiali biodegradabili privi di microplastiche – altamente dannose per l’ambiente – e che ora la griffe ha acquisito tramite la società Chanel Parfums Beauté.

Prodotti green e non inquinanti al 100%, dove a sostituire gli elementi nocivi dei packaging vengono utilizzati trucioli di legno certificati Fsc e leganti naturali. Un impegno giusto ed etico, che è valso alle fondatrici di Sulapac diversi premi e riconoscimenti, tra cui il Green Alley Award e la sovvenzione Horizon 2020 dell’Unione Europea per le piccole-medie imprese. Sicuramente un marchio già ricco di soddisfazioni, ma che ora si appresta a diventare grande, grazie all’importante Maison che potrà puntare sempre più i riflettori su una tematica così delicata e attuale.

In particolare, la collaborazione con Chanel darà un grande contributo alle attività di Sulapac, al momento impegnata a produrre confezioni e vasetti per cosmetici, un settore che, si sa, utilizza prevalentemente contenitori in plastica.



Potrebbe interessarti anche