News

Chanel: i Métiers d’art trovano casa a Parigi

Martina D'Amelio
21 dicembre 2017

Uno scatto dell’ultima sfilata Métiers d’art di Chanel ad Amburgo

Uno spazio interamente dedicato alle alte artigianalità: Chanel trova casa ai Métiers d’art a Parigi. Un maxi hub che riunirà tutti i suoi atelier.

Il quartier generale della Maison sarà realizzato nel 2020 a Porte d’Aubervilliers, nel XIX arrondissement, su una superficie di circa 25.500 metri quadrati. Cinque piani e due seminterrati che accoglieranno tutto il savoir-faire del marchio della doppia C, progettati dall’architetto vincitore del Grand Prix National d’Architecture Rudy Ricciotti, che ha già firmato, tra gli altri, il dipartimento di arti islamiche del Musée du Louvre e lo stadio Jean-Bouin nel capoluogo francese.

La filosofia alla base del progetto si fonda sulla narrativa del rapporto tra complessità tecnica degli artigiani della moda e il virtuosismo al servizio della bellezza”, ha spiegato a Wwd: un luogo unico che privilegerà la luce naturale e sarà provvisto anche di un giardino interno, riflettendo tutto lo stile di casa Chanel e accogliendo i vari laboratori artigianali della griffe che fanno capo alla filiale Paraffection.

I diversi protagonisti delle celebri sfilate Métiers d’art si ritroveranno quindi finalmente a lavorare sinergicamente sotto lo stesso tetto: dal creatore di bijoux e bottoni Desrues agli esperti in decorazione di piume Lemarié, dalla modista della Maison Michel a Massaro per le scarpe, dalla Maison Lesage all’Atelier Montex per i ricami fino a Causse per i guanti. Un forte segno a favore dell’alta artigianalità e del fatto a mano, che da sempre contraddistingue le creazioni più esclusive della Maison (l’ultima sfilata Metiers d’Art si è tenuta solo qualche settimana fa all’Elbphilharmonie di Amburgo).


Potrebbe interessarti anche