News

Chanel: Métiers d’Art in sciopero

Martina D'Amelio
25 Novembre 2019

Un’immagine dell’ultimo show Chanel Métiers d’Art

Tutto era programmato per il 5 dicembre. Ma ora Chanel modifica la data del suo prossimo fashion show Métiers d’Art. Il motivo? Lo sciopero nazionale indetto a Parigi.

Il défilé si terrà con un giorno di anticipo, il 4 dicembre. E la causa sono proprio i disordini sociali. Non è la prima volta che succede: basti pensare allo spostamento dello show Cruise a Hong Kong, previsto a novembre e slittato alla prossima primavera a causa delle tensioni nel Paese. Non solo la Maison della doppia C: anche Dior, lo scorso gennaio, aveva preferito modificare la data della sfilata maschile perché programmata il giorno stesso di una protesta antigovernativa. Politica e moda, insomma, non sembrano andare a braccetto.

Non stupisce quindi che Chanel preferisca non sfilare contemporaneamente a ferrovieri, dipendenti dei trasporti, insegnanti e spedizionieri, i quali protesteranno contro i progetti di riforma del sistema pensionistico francese. La collezione Métiers d’Art del resto è una delle linee più lussuose che esistano, senza contare che quella per il 2019-2020 sarà la prima disegnata esclusivamente da Virginie Viard, nuovo direttore creativo della Maison dopo Karl Lagerfeld.

Lo show, di solito allestito in giro per il mondo dallo stilista, quest’anno aveva deciso di rimanere comodamente a casa, a Parigi, dove non si teneva dal 2016 (chi non ricorda la sfilata al Ritz?). Certo ora, sciopero permettendo, dovrà rinunciare, se non al lusso, quantomeno a un po’ di agio…

 

 

 



Potrebbe interessarti anche