News

Chanel Métiers d’Art Pre-Fall 2020: il budoir style secondo Virginie Viard

Martina D'Amelio
6 Dicembre 2019

Il finale della sfilata Chanel Métiers d’Art Pre-Fall 2020

Il Grand Palais è la location scelta dal direttore creativo Virginie Viard per presentare la collezione Métiers d’Art Pre Fall 2020 di Chanel: la casa della doppia C per l’occasione si trasforma nell’appartamento di Coco.

Una location d’eccezione fin dagli allestimenti, creati con la supervisione della regista Sofia Coppola: stanze illuminate di luci calde e soffuse, dettagli barocchi, decorazioni che richiamano i simboli della Maison, dalla camelia alla testa di leone. Fino alle fotografie di Mademoiselle e alcuni oggetti personali provenienti dal suo boudoir. Ed è una collezione intima ma ricercata, urlata ma in sottovoce, quella che scende dalla maxi scala centrale Art Deco ricreata ad hoc su modello di quella che portava alle stanze di Coco. A solcarla, una donna che sa quello che vuole e dove vuole arrivare, per una volta rilassata nel suo antro. Gigi Hadid insegna che il tailleur si indossa a pancia scoperta (Coco l’avrebbe mai fatto?!), il classico black and white è impreziosito da tocchi ammiccanti di fucsia, arancio, viola e oro, per un dress code “élégant” anche tra le mura di casa.

Le modelle di Chanel disposte sulla mitica scala a chiocciola

Occhi puntati sulle creazioni favolose degli ormai celebri atelier, dal top con camelie ricamate realizzate da Lemarié ai giacconi e agli abiti incrostati di ricami di cristalli, spighe e perle opera delle ricamatrici di Lesage. Con continuti rimandi tra passato e futuro: le silhouette sono avvitate, le gonne e gli abiti arrivano al massimo al ginocchio, le trasparenze abbondano, e non mancano persino micro top tie-dye, giacche shearling e la felpa logo cozy con tanto di indirizzo 31 rue de Chambon. E tra i pezzi da camera bordati di piume e le jumpsuit metalliche spiccano anche alcuni abiti indossati da Coppola, ex stagista della Maison, rieditati in chiave moderna per far capire al pubblico quanto l’Alta Moda possa essere anche attuale. Un messaggio chiaro a partire dagli accessori, dal cerchietto bombato alla collana a forma di boccetta di profumo fino alla micro bag a catena sfoggiati da Kaia Gerber.

Marion Cotillard, Penelope Cruz e Anna Wintour in prima fila

Un messaggio, quello di questa quarta collezione firmata Viard dopo la scomparsa di Karl, che deve essere stato recepito benissimo, considerato il front row variegato: dalla cantante Angèle a Kristen Stewart, da Marion CotillardLily-Rose Depp, da Caroline de Maigret a Penélope Cruz, ma anche uno stuolo di fashion blogger. C’è posto per tutti nell’atelier per un giorno di Coco Chanel in un’immaginaria 31 rue Cambon. E il paradosso si risolve in una linea tangibile, per un brand che si tocca sempre più con mano.

 

Sfoglia la gallery per scoprire i best look della sfilata Chanel Métiers d’Art Pre-Fall 2020: