Lifestyle

Chelsea Hotel: le porte dell’hotel maledetto aiuteranno i senzatetto

Carola Ballabio
17 aprile 2018

Chi non conosce il Chelsea Hotel? Si tratta del celebre e maledetto albergo, situato sulla 23esima strada, tra la settima e l’ottava nella Grande Mela. All’interno delle sue camere hanno alloggiato artisti del calibro di Jimi Hendrix Bob MarleyIggy Pop e MadonnaAndy Warhol Humprey Bogart.

Ma la location è famosa soprattutto per essere stata lo scenario dell’efferato delitto di Nancy Spungen, fidanzata di Sid Vicious (il bassista dei Sex Pistols), proprio per mano del suo compagno, il quale pochi mesi dopo è morto per overdose nelle camere dell’hotel.

Dopo queste drammatiche vicende questo è diventato un luogo mitico: ha cambiato proprietà nel 2011 ed è divenuta una residenza privata, in ristrutturazione da anni.

Oggi il Chelsea Hotel ritorna a far parlare di sé: Jimi Georgiou, un senzatetto che ne era stato cliente diversi anni fa, ha riconosciuto tra i rifiuti le porte delle stanze occupate dai grandi artisti, le quali sono state messe all’asta dalla casa Guernsey’s di New York, con offerte a partire da 5000 dollari.

Parte del ricavato sarà devoluto in beneficienza all’associazione “City Harvest” che si occupa proprio di aiutare gli homeless nella città di New York. Per la riapertura dell’hotel maledetto si dovrà ancora attendere, ma intanto le sue “doors” passano – anch’esse – alla storia.


Potrebbe interessarti anche