Lifestyle

Chiacchiere? Tutti dedicano un’ora al giorno al gossip, a dirlo è la scienza

Beatrice Trinci
20 Settembre 2019

La propria star preferita, gli amici in comune o semplicemente estranei, non importa chi siano i protagonisti: il pettegolezzo non è solo un vizio da donne, ma un vero e proprio passatempo che allieva lo stress, rilassa e – soprattutto – piace a tutti, indistintamente.

A confermarlo è lo studio condotto dall’Università della California di Riverside e pubblicato sulla rivista “Social, Psychological and Personality Science”, che ha rivelato che ognuno di noi trascorre almeno 52 minuti al giorno a raccontare, cercare e condividere gossip.

Nello specifico, la ricerca ha registrato il 10% delle conversazioni giornaliere di 467 volontari, 269 donne e 198 uomini, tra i 18 e i 58 anni, ottenendo 4000 esempi di gossip, ovvero “chiacchiere leggere” su persone assenti, classificate a seconda dell’argomento, della familiarità o celebrità, e del sesso dell’interlocutore.

Il risultato? Le donne non sparlano degli altri più degli uomini; le persone meno ricche non lo fanno più di chi non è abbiente, ma i giovani spettegolano più degli anziani. Inoltre, è emerso che nell’arco di 16 ore il 14% delle conversazioni dedicava un’ora al gossip e che quasi i 3/4 erano neutri, mentre i pettegolezzi negativi erano il doppio di quelli positivi.

Sarà la legge dello Schadenfreude, che fa tanto bene al cervello quanto alla società, ma sembra proprio che ciacciare sulle disavventure altrui sia un’usanza davvero diffusa.

Insomma, per tirare le somme, chi e come fa gossip? Il team di Riverside ha dimostrato che in gran maggioranza si preferisce parlare di persone conosciute e non di celebrità, gli estroversi lo fanno più degli introversi (ovviamente, aggiungiamo) e le donne praticano questo “sport” più degli uomini, ma solo in senso neutro – ovvero per condividere informazioni oggettive.



Potrebbe interessarti anche