News

Christian Dior danza con Eleonora Abbagnato

Martina D'Amelio
15 Marzo 2019

Un bozzetto Dior creato da Maria Grazia Chiuri per Eleonora Abbagnato.

Ama la danza Maria Grazia Chiuri, direttore creativo di Christian Dior. E non ne ha mai fatto mistero. Ora infatti si appresta a vestire una delle étoile più famose per il suo nuovo spettacolo: Eleonora Abbagnato.

Per la sua ultima sfilata ready-to-wear primavera-estate 2019 all’Ippodromo di Longchamp aveva chiesto aiuto alla coreografa e danzatrice israeliana, Sharon Eyal, per inscenare un accompagnamento degno di un balletto d’opera. Ed è da sempre fan di tulle e ballerine, che ama rendere protagoniste delle sue collezioni. Inoltre, segue da sempre il Teatro dell’Opera di Roma, lei che nella città Eterna ci è anche nata. E infatti, ritorna a firmare gli abiti di scena per uno show, dopo il successo de La Traviata firmata da Sofia Coppola – quando ancora lavorava in tandem con Pierpaolo Piccioli da Valentino.

Stavolta a debuttare saranno i costumi firmati Christian Dior, in occasione della serata di lancio del Trittico Philip Glass il prossimo 29 marzo (le repliche sono previste fino al 2 aprile). Il balletto è composto da opere di Benjamin Millepied (Hearts & Arrows), Jerome Robbins (Glass pieces) e di Sébastien Bertaud (Nuit Blanche). Proprio quest’ultima vedrà in scena la danzatrice Eleonora Abbagnato, direttrice del corpo di ballo capitolino accanto a Friedemann Vogel, stella dello Stuttgart Ballet. Sarà proprio lei a vestire i panni della protagonista – in abiti Christian Dior.

I bozzetti degli abiti Dior di Abbagnato e Vogel.

Sono contento di continuare la collaborazione con una delle più grandi creative del momento, Maria Grazia Chiuri. In fondo molte cose legano la moda alla danza. Lo straordinario savoir faire, le antiche tradizioni, eccellenze che parlano la stessa lingua come la nostra sartoria così simile a un atelier Haute Couture”, ha commentato il sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes.

Ma che abiti vedremo indosso alla danzatrice italiana? Il mio sarà un omaggio a Christian Dior e ad uno dei suoi abiti iconici, Miss Dior, che ho reinterpretato in chiave funzionale e più contemporanea con materiali elastici che ben si adattano al balletto. Non più le strutture rigide degli anni Cinquanta, ma fiori e corolle in tulle, leggerissimi”, ha dichiarato Maria Grazia Chiuri. E noi non vediamo l’ora di vederli in azione.



Potrebbe interessarti anche