Fashion

Cina: ready-to-wear

staff
1 ottobre 2012

La moda rimescola le culture, traducendole in fantasiosi e preziosissimi abiti che portano con loro le storie di una antica tradizione. In questo periodo l’ispirazione per moltissimi stilisti è la Cina e più in generale il mondo Orientale , la sua tradizione, il lifestyle, la cultura  nella sua più totale  completezza.

Le proposte sono numerose e le collezioni per l’A/I 2013 si sfidano in passerella a colpi di stampe antiche e motivi broccati. Dries Van Noten si ispira chiaramente all’Oriente con stampe astratte cinesi e giapponesi dai colori nitidi e luminosi, unendo così l’aspetto da geisha alla sartorialità europea.

Anche il duo Proenza Schouler si presenta nella Grande Mela con mini-dress a mo’ di kimono caratterizzati dai disegni sul tessuto broccato e impreziositi dai filati metallici; gli stessi accenni all’east-world li scopriamo in Balenciaga e Barbara Bui.

Gli accessori si adeguano ed ecco la Giselle bag di Blumarine che sembra un origami o la handbag stampata di Jason Wu.

Anche l’intimo celebra con La Perla l’anno del Dragone con una collezione in cui gli elementi simbolo della sensualità orientale diventano protagonisti: la cintura obi, il kimono, i motivi laccati o il ventaglio sono solo alcuni accenni,  tutti realizzati con i tessuti più caratteristici della tradizione orientale, in particolar modo la seta. Grandi fiori di loto, canne di bambù stilizzate e l’iconico dragone dorato decorano i pezzi forti della collezione.

 

La cultura dell’Oriente continua ad affascinare i designer e sfila imperiosa anche sulle passerelle della moda donna di questi giorni, soprattutto qui a Milano dove troviamo dei richiami all’Oriente da Prada, Elena Mirò, Emilio Pucci.

 

Ma la tendenza Cina non riguarda solo abiti e tessuti, ma anche  i colori sono  protagonisti: rosso lacca, blu china, rosa camelia. Un trend superbo  pronto per essere  indossato.

 

Beatrice Repossi


Potrebbe interessarti anche