Beauty

Color correcting: via le occhiaie con il pesca

Giovanna Lovison
10 Marzo 2017

La seconda puntata della mini serie sul color correcting, la tecnica secondo cui ogni discromia può essere attenuata o cancellata utilizzando un prodotto del suo colore opposto, è tutta dedicate al color pesca. Le pelli più chiare preferiscono un pesca tenue mentre quelle medie o scure richiedono una tonalità più calda e tendente all’arancio ma in entrambi i casi questo è il colore giusto da utilizzare se soffrite di occhiaie o di ombreggiature violacee su palpebre e zona interna dell’occhio. Non solo, il pesca è ottimo anche per ravvivare un colorito spento o contrastare macchie brune o resti di acne.

In questi casi, ricorrere a strati e strati di correttore è poco utile perché, da un lato, appesantisce il contorno occhi e rende la pelle più secca e segnata e dall’altro vi dona un effetto totalmente innaturale. Vi basterà picchiettare prima sulla zona interessata un velo di correttore colorato e procedere poi ad uniformare il tutto con il correttore del vostro tono di pelle: vedrete che bella differenza!