Woman

Come scegliere l’anello di fidanzamento in quattro semplici mosse

Ottavia Pomini
9 Marzo 2020

L’anello di fidanzamento rappresenta più di un semplice gioiello. É una promessa d’amore, di fedeltà e di rispetto reciproco: una sorta di promemoria al dito dell’amata, che ricorda tutte le emozioni e sensazioni vissute durante la propria storia d’amore.

Il diamante è la pietra più classica in assoluto: la parola infatti deriva dal termine greco “Adamas’’, che significa “invincibile” e la tradizione di utilizzarlo come simbolo di amore eterno e indistruttibile  nasce nel 1477, quando l’arciduca Massimiliano d’Austria donò a Maria di Borgogna un anello d’oro con incastonato un grande brillante.

Se siete intenzionati a compiere il grande passo e non avete esperienza in merito, è consigliabile rivolgersi a esperti pronti a guidarvi nella scelta dell’anello di fidanzamento perfetto. Prima però è fondamentale che vi poniate una serie di domande per non arrivare impreparati al momento della scelta e per far sì che la missione non diventi impossibile.

1- Per che data avete programmato la proposta?

Prima di iniziare a cercare l’anello di fidanzamento, assicurati che ci sia abbastanza tempo per personalizzarlo o montarlo. Molti anelli vengono presentati con diamanti melee ovvero semi montati, che richiedono dai 2 giorni a una settimana di tempo per essere pronti. Gli anelli personalizzati invece richiedono più tempo, fino a sei settimane.

2- Qual è il budget?

Molte persone potrebbero sentirsi in imbarazzo a rispondere alla seguente domanda, ma è fondamentale comunicare all’esperto il proprio budget così che possa proporvi i diamanti di migliore qualità al prezzo da voi desiderato. La fascia di prezzo è davvero ampia si possono acquistare diamanti dal valore di 500 euro fino ad arrivare a 100000 euro e oltre.

3- Conosci il metodo di valutazione dei diamanti delle 4C?

È una delle domande fondamentali, perché il prezzo dell’anello è determinato dalla qualità della pietra centrale. Le 4C – color, cut, carat e clarity – il colore, il taglio, ovvero la forma, la brillantezza, ovvero quante e quali inclusioni sono presenti e il peso, sono quattro parametri creati dall’istituto GIA e usati in tutto il mondo per definire la preziosità del diamante. Più la qualità è alta, più raro è il diamante… e più il prezzo sarà alto. L’esperto vi aiuterà a capire quale caratteristica è per voi la più importante.

4- Qual è la giusta misura?

Trovare la giusta misura dell’anello di fidanzamento della vostra dolce metà senza farsi scoprire può sembrare un’impresa, ma ecco due semplici consigli. Comprimete un suo anello in una saponetta così da prendere lo stampo oppure ricalcate su un foglio di carta la sagoma dell’anello. Portate il disegno o la saponetta dal gioielliere che, tramite dei campioni saprà determinare la giusta misura.

Ora che le idee sono un po’ più chiare, non resta che scegliere il la pietra giusta. Come disse Elizabeth Taylor, “grandi donne hanno bisogno di grandi diamanti”: sfoglia la gallery per scoprire i migliori anelli di fidanzamento del momento.