Beauty

Cosmoprof Awards 2019: ecco i vincitori degli Oscar della cosmetica

Beatrice Trinci
19 Marzo 2019

Si è appena conclusa a Bologna l’edizione 2019 di Cosmoprof, la più famosa fiera nazionale tutta dedicata alla cosmesi e alla bellezza professionale, portando anche quest’anno in mostra nel capoluogo emiliano le principali novità del settore. Tra convention, dibattiti ed esposizioni, in collaborazione con Beautystreams, sono stati annunciati anche i vincitori del “Cosmoprof & Cosmopack Awards 2019”, un vero e proprio evento che celebra l’innovazione e la ricerca di un’industria in continua espansione e che più di altre ha a cuore la salvaguardia non solo della persona ma anche dell’ambiente.

Così, come in ogni riconoscimento internazionale che si rispetti, una giuria di 28 esperti ha analizzato e premiato 10 tra i migliori prodotti e brand, sinonimo di rinnovamento, modernità e sostenibilità, scegliendo tra gli oltre 600 partecipanti.

Nello specifico, 5 sono state le aziende riconosciute per l’articolo finito sulla base dell’innovazione del marchio, dei progetti di comunicazione e della sua commerciabilità, mentre 5 gli espositori per la filiera produttiva di Cosmopack che si sono guadagnati il titolo di creativi etici e innovativi.

Chi sono quindi i vincitori? “The Shampoo”, presentato dalla giapponese Bulk Homme Co., si aggiudica la categoria Hair Product, la prima lozione per capelli concepita da una formula skincare, “the scalp beauty”, che grazie alla sua composizione ricca in aminoacidi e priva di siliconi mantiene a lungo il capello deterso e idratato, “come fosse seta tra le dita”. “The Base”, prodotto dalla scandinava Base of Sweden, è stato scelto invece come miglior prodotto per make-up. Di cosa si tratta? Di un fondotinta con una particolare composizione che copre facilmente le imperfezioni, resiste al sudore e garantisce un effetto flawless fino a 72 ore. E ancora, a vincere come Best Nail Product è stato “Indigo Mineral Base” di Ad Beauty Srl, che unisce in un unico articolo smalto e top coat, per un’applicazione completa in tempo record, mentre per la sezione “Natural & Organic” conquista la medaglia d’oro “Actyvabio” di Kemon con uno shampoo a base di aloe vera biologica, per capelli sani e nutriti. Infine, “Wabuki” è il primo siero anti-rughe – brevettato dalla giapponese Warew – che una volta applicato sulla pelle rilascia migliaia di droni molecolari che riparano la naturale barriera della pelle.

Mentre i vincitori dei Cosmopack Awards? Ad aggiudicarsi le cinque categorie che riconoscono e premiano, invece, il prezioso ruolo rivestito dalla formulazione, dalle nuove tecnologie e dal packaging design ci sono “Pure Velvet Veil Hybrid Skin Perfector” come miglior formula per make-up, che mescola la componente sintetica a quella naturale, risultando salutare per la pelle e per l’ambiente; “Fless (d)Detail”, ideato dall’italiana Pennelli Faro, invece, vince nella sezione Make-Up Packaging Technology grazie al primo pennello da trucco flessibile, con microciuffi e impugnatura in gomma, che permette di stendere il correttore senza sporcarsi le mani. Come miglior Packaging Design, poi, trionfa “3D Inkjet Techonlogy”, rivoluzionaria tecnologia di stampa inject UV che permette di ottenere forme ellittiche, mentre si aggiudica la miglior Skincare Formula “Beauty Mask Stones Pret A Porter”, maschera viso composta da gemme bicolor, bianche per idratare e nere per purificare. E ultimo ma non ultimo, per la categoria Skincare Packaging Technology una soluzione di confezionamento smart presentato da Asquan Group che permette di tracciare il prodotto e proteggere il brand. Come? Attraverso l’inserimento nel packaging stesso di tag e codici che permettono al consumatore di accedere a tutte le informazioni del marchio via smartphone.



Potrebbe interessarti anche