I nostri blog

Costine glassate al miele

staff
15 ottobre 2012

Ottobre: mese di mille colori e aromi. Castagne, zucche e uva invadono le nostre tavole insaporendole con i loro meravigliosi sapori.    
Io amo particolarmente l’uva, con quel suo gusto dolce, ma leggermente acido che permette abbinamenti straordinari, soprattutto con la carne di maiale.    
Una domenica avevo voglia di un gusto pieno e rassicurante come solo la carne al forno sa dare…e così è nata questa bellissima ricetta! Se è anche buona, sta a voi giudicarlo!

Ingredienti per 2 persone
500 gr di costine di maiale
3 cucchiai di miele scuro
½ bicchiere di salsa di soia
50 gr di uva bianca
1 noce di burro
cucchiaio di zucchero scuro

Tempo di preparazione: 1 ora e mezza

Procedimento:
Prendere le costine di maiale e metterle in una casseruola che possa poi andare in forno.
Spalmarle con un intingolo ottenuto mischiando 3 cucchiai di miele scuro e mezzo bicchiere di salsa di soia.
Coprire con la pellicola e lasciare marinare in frigorifero per qualche ora. Io le ho lasciate una notte intera in modo tale che la carne potesse assorbire per bene gli aromi e i sapori.    
Passato il tempo di marinatura, togliere dal frigorifero e portarle a temperatura ambiente. Accendere il forno a 180° e far cuocere le costine per 40 minuti. Quindi alzare a 200° e cuocere altri 20 minuti.    
Mentre cuociono le costine, far sciogliere una noce di burro in un padellino antiaderente, aggiungere 1 cucchiaio di zucchero scuro e, una volta sciolto, aggiungere l’uva.    
Far cuocere per circa 5 minuti e spegnere.    
Togliere le costine dal forno, mettere in un piatto da portata e aggiungere l’uva caramellata.

Barbara Tauscheck

La passione di Barbara Tauscheck per la cucina è nata quando era molto piccola, osservando sua nonna, pugliese di nascita, preparare le famose orecchiette in ogni giorno di festa e ammirando la mamma che riusciva a destreggiarsi in maniera egregia tra lavoro e famiglia. Nel suo blog www.lacucinadibabe.it regnano semplicità e tradizione perché Barbara è profondamente convinta che per creare un buon piatto non ci sia bisogno di spendere grandi cifre e di avere a diposizione molto tempo, ma solo un pizzico di attenzione, una punta di creatività e un goccio d’amore.


Potrebbe interessarti anche