News

Da Chiara Ferragni a Elisabetta Franchi, va in scena la moda italiana

Martina D'Amelio
7 Ottobre 2019

Chiara Ferragni alla prima di Unposted a Venezia

Giusto in tempo per l’autunno, il mondo del cinema e della tv apre le porte a quello della moda. E accoglie nuovi protagonisti a tutto fashion, che promettono di tenerci incollati al grande e al piccolo schermo.

La passerella? In Italia c’è chi preferisce il video. Stilisti, case di moda e influencer scelgono questa nuova, più immediata modalità per raccontarsi (anche) al grande pubblico, oltre a quello degli addetti ai lavori. A partire dalla regina dei social network, Chiara Ferragni. Tutto è stato detto su Chiara Ferragni-Unposted, il film diretto dalla emergente regista italiana Elisa Amoruso e prodotto da Memo Films che si concentra proprio sulla vita privata e non dell’It Girl. Un (in)successo per la critica, un trionfo per i followers e il botteghino: il mini film, presentato all’ultimo Festival del Cinema di Venenzia, ha realizzato un incasso da primato, con oltre 160mila spettatori in soli tre giorni dal 17 al 19 settembre. La notizia è che presto Chiara Ferragni – Unposted sarà disponibile anche in streaming sulla piattaforma Amazon Prime Video, anche se la data di messa in onda non è ancora stata svelata ufficialmente. Per vederlo in chiaro sulle reti Rai invece dovremmo aspettare circa 6 mesi (Rai Fiction figura tra i produttori del docu-film). E per chi fosse già in astinenza da The Blonde Salad, proprio la fashion blogger nostrana sarà tra i giudici della nuova competizione di moda americana Making the Cut. Presentata da Heidi Klum e Tim Gunn, la trasmissione sarà disponibile nel 2020 in più di 200 Paesi.

La designer Elisabetta Franchi

Non solo il mondo degli influencer fa gola al piccolo schermo. Anche gli stilisti hanno qualcosa da dire: come Elisabetta Franchi, che il piglio da diva l’ha sempre avuto. La designer da 1,8 milioni di followers con Essere Elisabetta ha offerto uno spaccato del suo quotidiano, raccontando nel dettaglio il suo lavoro e l’ascesa del proprio brand. Il documentario prodotto da Endemol Shine Italy per Discovery Italia, andato in scena lo scorso 12 settembre su Real Time (con l’1,3% di share), è ora disponibile su Dplay e Sky. Partendo dal Ventesimo anniversario del marchio, il docu-reality mette in scena il percorso della designer, tra l’impegno animalista e l’amore per la famiglia, passando per l’atelier.

La nascita e il successo della moda italiana invece sono i protagonisti della nuova serie tv Mediaset che promette di occupare le nostre serate: Made in Italy. Il period drama dedicato  alla moda italiana a tutto tondo, coprodotto da Taodue Film e The Family per Mediaset, vede alla regia Luca Lucini (Tre metri sopra il cieloOggi sposiNemiche per la pelle) e Ago Panini. La serie tv articolata in 8 puntate è già disponibile in anteprima dal 23 settembre su Amazon Prime video, ma l’appuntamento sul piccolo schermo è atteso per la primavera 2020, su Canale 5. Di cosa parla? Made in Italy racconta la storia di Irene, figlia di immigrati del Sud che a metà dei mitici anni ’70, per mantenersi agli studi, risponde all’annuncio della rivista di moda Appeal. La giovane giornalista conquista presto un ruolo di prestigio nel magazine, cambiando in breve tempo la propria vita.

Il cast di Made in Italy

Sono gli anni del boom del pret-à-porter, di Miuccia Prada e Giorgio Armani. Interpretati da attori italiani del calibro di Margherita Buy, Stefania Rocca, Raoul Bova, Claudia Pandolfi e Nicoletta Romanoff, tra gli altri. Tutti i protagonisti indossano i costumi originali dell’epoca: i designer di cui si parla nel film hanno infatti aperto i loro archivi offrendo alla serie tv preziosi abiti e accessori originali. Chi ha già concluso il binge-watching della prima stagione si sta già chiedendo se ce ne sarà una seconda. Un’ipotesi che non è poi così lontana dalla realtà, considerato il crescente successo del binomio moda e fiction… all’italiana.