News

Da Dior a Chanel, la moda del balletto

Martina D'Amelio
2 ottobre 2018

Le ballerine di Dior

Il balletto va di moda ultimamente. Basti pensare all’ultima collezione primavera-estate 2019 di Christian Dior. Ma Maria Grazia Chiuri non è l’unica a cimentarsi a passi di danza classica.

La stilista ha scelto l’Hippodrome de Paris Longchamp per presentare la sua collezione spring-summer 2019: all’ingresso, una porta decorata con gli aforismi delle ballerine più celebri di sempre, da Isadora Duncan a Pina Bausch. In passerella, al ritmo di petali di rosa, i ballerini in bodysuit dipinte e coreografati da Sharon Eyal hanno aperto il defilé liberamente ispirato alla danza, in un’atmosfera magica. Riferimenti al balletto, riletto in chiave minimal, sono andati in scena anche sulla passerella di Jil Sander alla Milano Fashion Week, con stivaletti dalla punta a mo’ di scarpette.

Un costume disegnato da Alberta Ferretti per il NY City Ballet

Ma sono le collaborazioni tra gli stilisti e i teatri più importanti del mondo a fare notizia. A partire dalla partnership con il New York City Ballet degli stilisti Alberta FerrettiGareth Pugh e Giles Deacon, che hanno creato i costumi di 3 balletti nell’ambito del New York City Ballet Autumn Fashion Gala. La stilista italiana ha disegnato i costumi per il ballo di Gianna Reisen, “Judah”, realizzati nel laboratorio teatrale del New York City Ballet a quattro mani con il suo direttore dei costumi, Marc Happel.

L’annuncio su Instagram dei costumi di Chanel per il balletto Decadance all’Opéra

Anche Chanel si è di recente cimentata nel balletto classico. Karl Lagerfeld ha infatti vestito i ballerini del celebre Opéra di Parigi per lo spettacolo del “B/oléro”, parte del balletto “Decadance” di Ohad Naharin: il Kaiser ha disegnato gli abiti di scena indossati da Diana Vishneva e Aurélie Dupont per il celebre pas de deux composto da Maurice Ravel. “Il Boléro di Ravel è sempre stato uno dei miei brani musicali preferiti nel mondo. È stato il primo disco classico che ho comprato quando avevo 16 anni “, ha affermato Karl Lagerfeld” ha dichiarato Lagerfeld. Lo stilista d’altronde aveva già lavorato come costumista per il teatro e per il cinema negli anni Settanta.
Una relazione di lungo corso quella della moda e della danza: chi si lancerà prossimamente in pista?

 

 


Potrebbe interessarti anche