News

Da Firenze, a Milano a Parigi: le anticipazioni delle settimane della moda uomo

Martina D'Amelio
14 Dicembre 2018

Da sinistra, un look SS19 di Celine, un’uscita di Giorgio Armani SS19 e il designer Glenn Martens

A gennaio ritornano le sfilate al maschile, non senza qualche defezione, new entry e colpi di scena. Ecco le anticipazioni più importanti delle settimane della moda uomo autunno-inverno 2019/2020, da Firenze, a Milano a Parigi.

Pitti Uomo (8-11 gennaio). Ormai si può considerare come una vera e propria fashion week: la rassegna fiorentina che anticipa il fashion month andrà in scena con l’edizione 95 alla Fortezza da Basso. Il concept sarà The Pitti Box: un grande palcoscenico di 60mila metri quadrati che accoglierà 1230 marchi, dei quali il 44% esteri, esposti nelle 13 sezioni, da Pitti Uomo a Fashion At Work, da Futuro Maschile a  Unconventional, da I GO OUT a My Factory. Il designer belga Glenn Martens sarà il guest designer di questa stagione con il suo brand Y/Project; esordio assoluto invece per Aldo Maria Camillo in qualità di Pitti Italics Special Event con un evento alla Leopolda. L’opening di Pitti uomo vedrà protagonista Gucci, con un nuovo allestimento espositivo nello storico Palazzo della Mercanzia in Piazza della Signoria. Sotto i riflettori, i compleanni di Moon Boot (50) e Barbour (125), il nuovo progetto di Fila, Fila Fjord, e l’approdo di Canali, che salterà l’appuntamento milanese.

Milano Moda Uomo (11-14 gennaio). Un long weekend: in questo consisterà la prossima edizione di Milano Moda Uomo. 27 le sfilate in calendario: si parte con la passerella uomo di Ermenegildo Zegna e si chiude con un evento speciale di Gucci. Mentre i big spiccano il volo, come Moschino che opta per Roma, Jil Sander per Parigi e Giorgio Armani che unisce le linee e sfila a Milano Moda Donna, il focus è tutto sui giovani e le nuove proposte, con United Standard, Magliano, Bed J.W. Ford, Spyder e Numero 00 che entrano in calendario per la prima volta. Tra i ritorni spiccano Brioni e John Richmond. A sfilare co-ed saranno Daks, Dsquared2, Frankie Morello, Isabel Benenato, lo stesso John Richmond, M1992, Marcelo Burlon County of Milan, Maioran, Neil Barrett, Sartorial Monk, Spyder e Sunnei.

Paris Fashion Week Menswear (15-20 gennaio). Prime anticipazioni per la settimana della moda di Parigi, che al momento sembra quella più ricca di novità. 55 le sfilate previste nella Ville Lumiere, a partire dall’arrivo in passerella dell’enfant prodige Jonathan Anderson con i brand di cui è direttore creativo, JW Anderson e Loewe. Jil Sander e Jacquemus abbandoneranno Milano e Marsiglia per fare rotta verso la capitale francese. E poi Raf Simons direttamente da New York e Rochas al debutto con Federico Curradi, anche se l’attesa è soprattutto per le linee maschili di Celine (la prima firmata da Hedi Slimane) e Givenchy, con defilè men only.

 

 

 



Potrebbe interessarti anche