News

Da Prada a Dior, il ritorno delle luxury sneakers

Martina D'Amelio
20 Novembre 2019

Ecco come potrebbero essere le sneakers più chiacchierate del momento, realizzate da adidas e Prada, Nike e Dior

Alcune sono già realtà, altre sono più che un’idea, altre ancora solo rumors. Ma una cosa è certa: le sneakers realizzate dai maggiori player sportswear insieme alle Maison del lusso sono la (vecchia?) nuova tendenza.

Solo qualche giorno fa, la conferma della collaborazione tra adidas e Prada, che hanno gettato nel panico il mondo fashion con una foto condivisa sui social dove dall’iconico sacchetto black &white della casa di moda spuntavano due scatole azzurre e nere. L’anteprima di una capsule collection street style di trainers per lui e per lei, che saranno presentate a dicembre 2019 e rileggeranno i codici velistici di Luna Rossa. La collezione di scarpe da ginnastica in limited edition più desiderata dei prossimi mesi? Forse. Già, perché qualcun altro potrebbe darle del filo da torcere.

Stiamo parlando di Dior. La Maison francese, stando al celebre sito dedicato a tutti gli sneakerheads Hypebeast, starebbe progettando una capsule collection formato piede nientemeno che con Nike. Il modello da rileggere in chiave luxury? Le mitiche Air Jordan. Una co-lab che se fosse confermata potrebbe davvero superare – o quantomeno eguagliare – in popolarità la novità di Miuccia. La data di release? Rumors parlano di giugno 2020. Il merito sarebbe tutto di Kim Jones, direttore creativo della linea menswear di Dior. Sebbene a oggi si sappia ben poco, molto probabilmente sarà la sneaker B 23 l’ispirazione di partenza per il mash-up con le It Shoes di casa Nike. E poi, qualche indiscrezione sui numeri: sembra che saranno vendute solo 1000 paia di luxury sneakers, per la “modica” cifra di 2mila dollari ciascuna.

Le mitiche Pharrell x Chanel x Adidas Hu Nmd

Una nuova tendenza, quella delle sneakers firmate dai grandi brand dello sportswear e dalle label d’Alta Moda? Vecchia, se mai – e rispolverata per il 2020. Il passato (e il presente) infatti pullulano di sneakers co-lab d’eccezione. E proprio adidas è stata una delle pioniere: prima con la partnership di lungo corso con Raf Simons. E poi, chi non ricorda il caos della “riffa” delle Pharrell x Chanel x Adidas Hu Nmd, realizzate in collaborazione tra i tre colossi nel 2017 in occasione della chiusura dello store francese Colette? Soli 500 esemplari per circa 120mila iscrizioni all’insolita “lotteria”.

E, più di recente, agli ultimi drop di sneakers griffate. Come le adidas x Missoni: il marchio negli anni precedenti ha collaborato per le trainers anche con Converse, sotto i riflettori da diversi mesi per le sue capsule di artsy sneakers realizzata a 4 mani con lo stilista JW Anderson, appena uscite in una nuova versione baseball inspired). E basti ritornare alla prima sneaker in limited edition di quest’autunno 2019, la romantica Asics x Vivienne Westwood, dove protagoniste sono le famose Gel-Saga rilette alla luce dei dipinti Settecenteschi che hanno ispirato la stilista nella creazione della sua collezione.

Le sneakers Vivienne Westwood x ASICS GEL-Saga

Chi saranno i prossimi portare alto il nome delle luxury sneakers? E soprattutto, perché? In un mondo di stereotipi, sembra che l’unicità sia (ancora) la caratteristica più ricercata – sebbene non sia per niente facile raggiungerla. Dallo street style alle passerelle.