Lifestyle

Dalla protesi dorata alla vitiligine: Barbie è sempre più inclusiva

Beatrice Trinci
31 Gennaio 2020

Photographer Paul Jordan – Stylist Jen Hoon

Di pari passo con l’era 4.0, che ogni giorno mette in discussione i canoni di bellezza più classici, Barbie annuncia l’espansione della sua linea di bambole Fashionistas, aggiungendo alla sua già variegata offerta modelli nuovi e inclusivi dedicati alle donne di domani.

Nello specifico, la linea include una bambola senza capelli, una con vitiligine, una con protesi dorata, un Ken dai capelli lunghi e fluenti e il primo Ken dai capelli rossi. Look contemporanei e assolutamente attuali, che vanno ad aggiungersi alle oltre 170 dolls all’interno di questa gamma dal 2015, quando Mattel aveva lanciato sul mercato silhouette inedite, dalla Barbie minuta a quella formosa, dalla super riccia alla ragazza in sedia a rotelle, oltre a un’ampia varietà di tonalità per capelli, occhi, pelle e abiti.

L’obiettivo? Proporre, anno dopo anno, le innumerevoli sfaccettature di ognuno di noi, dalla fisicità ai colori, offrendo a ogni bambina la possibilità di raccontare più storie e di trovare una bambola che si rivolga a ciascuna di loro. Per sentirsi parte del tutto, di una bellezza che non è statica e stereotipata – e che talvolta può incontrare serie difficoltà. Come nel caso della Barbie bold, che oltre a essere il riflesso di quei trend hairstyle che dalle passerelle arrivano fino alle strade delle città più glam, è anche un importante aiuto formato giocattolo per tutte quelle bimbe che subiscono la perdita dei capelli a causa di gravi malattie e che ora possono vedersi rappresentate dalla loro bambola preferita.

Barbie ha sempre aperto un mondo di possibilità, a partire dalle sue 180 carriere, rappresentando un modello aspirazionale, con innumerevoli cambi d’outfit e di accessori –racconta Evelyn Mazzocco, vice presidente e Global General Manager di Mattel. “Siamo entusiasti di cambiare letteralmente il volto del brand, queste nuove bambole rappresentano una linea che riflette maggiormente il mondo che le più piccole vedono intorno a loro, grazie alla varietà di linee, di tonalità e di stili e ciò permette ad ogni bambina di trovare una doll a misura loro”. A farle eco Lisa McKnight, SVP Barbie & Global Head of Dolls, che afferma: “Siamo fieri che Barbie sia la doll line più diversificata sul mercato e che continui a evolversi per meglio riflettere il mondo che circonda le bambine. Il nostro impegno a dare una migliore rappresentazione del mondo conduce ad un’importante conversazione culturale”.

 

 



Potrebbe interessarti anche