Moto

Dall’Australia il rivoluzionario casco che si apre in due

Francesco Costa
25 dicembre 2015

our-helmet

La società australiana Vozz Helmets ha realizzato un originalissimo casco caratterizzato dall’assenza di cinturino sottogola e dotato di un’apertura a conchiglia per essere indossato.

Il casco è diviso verticalmente in due parti, unite nella zona alta posteriore della calotta da una cerniera a perno. Si apre, si calza sulla testa, si chiude e si blocca grazie a due meccanismi di chiusura laterali.

Lo scopo di Mark Bryant e Johnny Vozzo – ideatori del sistema – era quello di realizzare un casco che avvolgesse volto e testa del motociclista, in modo completo.

Di aspetto non troppo difforme da un integrale tradizionale, è in realtà molto più chiuso e avvolgente nella parte inferiore, che – non costituendo più la via di accesso per la testa – risulta essere non molto più ampia del collo del pilota, rendendo inoltre superfluo il classico cinturino sottogola. La mentoniera, di aspetto più arrotondato e fasciante, è regolabile in estensione.

Tale caratteristica permette minori infiltrazioni d’aria, con conseguente riduzione dei fruscii e maggior isolamento da freddo e rumori. In caso d’incidente, l’innovativa apertura della calotta è dotata anche di un safety release, che separa il casco in due parti distinte, permettendone una più agevole asportazione. Una caratteristica che eliminerebbe i rischi derivanti da questa delicata operazione durante la fase di soccorso.


Potrebbe interessarti anche