News

Delvaux conquista l’America

Beatrice Trinci
22 Marzo 2020

Delvaux sbarca in America, aprendo le porte della sua prima boutique statunitense in una delle strade epicentro dello shopping d’alta gamma di New York, la Fifth Avenue.

Progettato dallo studio milanese Vudafieri-Saverino partners, lo store, ospitato nell’esclusivo Sherry-Netherland Building, gioiello architettonico degli anni ’30, accoglie in oltre 650 metri quadrati, dislocati su due livelli, le intere collezioni di pelletteria firmate dal marchio belga.

Un ambiente ricercato, che unisce savoir-faire e lusso a interni contemporanei, fatti di richiami al design e alle arti decorative tipicamente fiamminghi, come i tavoli vintage di Emiel Veranneman che impreziosiscono la sala principale.  Un luogo che vuole essere anche omaggio alla vibrante energia della Grande Mela, in un continuo dialogo tra ecletticismo e spirito multiculturale.

Nello specifico, il punto vendita trae ispirazione da una delle dimore simbolo del Belgio, che rivive nelle decorazioni e nei materiali usati, dal marmo Calacatta Vagli alla tappezzeria geometrica, dai dettagli in ebano alla boiserie curva, elementi distintivo del concept Delvaux. Al livello superiore, invece, gli spazi si fanno ancor più esclusivi, con grandi vetrate con affaccio diretto su Central Park, sedute di velluto e pannelli espositivi in marmo, che si mescolano con intimità a molteplici pezzi del più prestigioso antiquariato: il tavolo Régence francese del XVIII secolo appartenuto al finanziere George Jay Gould I e l’elegante consolle di Veranneman.