News

Demna Gvasalia dice addio a Vetements

Beatrice Trinci
16 Settembre 2019

È ufficiale. Demna Gvasalia esce dal collettivo di moda Vetements, il celebre marchio di streetwear fondato nel 2014 insieme al fratello – e attuale amministratore delegato – Guram Gvasalia.

A diramare per primo la notizia il sito WWD, che ha reso pubblico il comunicato ricevuto dal duo creativo. “Avevo fondato Vetements perché ero annoiato dalla moda – ha dichiarato Demna – Contro ogni aspettativa la moda è cambiata una volta per tutte da quanto è apparso il brand, aprendo anche le porte a molti. Così sento di aver portato a termine la mia missione da innovatore concettuale, mentre Vetements è maturato diventando un’azienda che può trasportare la sua eredità creativa in un suo nuovo capitolo”.

A fargli eco il fratello, che ha voluto rassicurare i numerosi fan della griffe con accenni al futuro. “Continueremo a spingere più avanti i confini della ricerca, rispettando i codici e i valori autentici del marchio e sostenendo l’onestà creativa e il talento genuino. Ringraziamo Demna per aver contribuito negli ultimi cinque anni al successo di questa fashion house, pronti ora a concentrarci su una nuova era fatta di progetti importanti e collaborazioni a sorpresa”.

Facendo un piccolo salto indietro nel tempo, il giovane stilista georgiano era approdato per la prima volta in passerella con la sfilata autunno-inverno 2015/2016 ambientata nel basement di un noto club gay di Parigi, Le Depot, dove i modelli indossavano tute da lavoro, polo da pompieri, trench dalle linee decisamente oversize e felpe con cappuccio. Uno stile tipicamente esagerato e rilassato che è subito entrato a far parte della storia della moda contemporanea.

Demna Gvasalia, ora, “pronto a dedicarsi a nuove iniziative”, resta saldo al timone di Balenciaga, Maison per la quale presenterà la collezione primavera-estate 2020 il prossimo 29 settembre in occasione della Paris Fashion Week.



Potrebbe interessarti anche