Food

Destinazioni gourmet: 5 cose da sapere sul Porto Cervo Wine & Food Festival 2019

Beatrice Trinci
13 Maggio 2019

Dal 16 al 19 maggio la Costa Smeralda accoglie l’undicesima edizione di Porto Cervo Wine & Food Festival, l’evento boutique che guarda al futuro dell’enogastronomia. Un’occasione unica per celebrare la convivialità, il buon vino e il buon cibo in un’atmosfera suggestiva e altamente gustosa.

Un viaggio che parte dalla Sardegna, terra fertile e accogliente, per toccare nuove sponde dell’innovazione e della qualità, senza mai dimenticare il suo forte heritage. Insomma, dal programma agli ospiti, dai numeri agli imperdibili prodotti, ecco tutto ciò che c’è da sapere sul Porto Cervo Wine & Food Festival 2019.

1- Dove e quando. Organizzato ufficialmente dal team della catena alberghiera Marriott Costa Smeralda, quest’anno la manifestazione si presenta più ricca che mai. Per il 2019, infatti, la rassegna durerà 4 giorni (dal 16 al 19 maggio, appunto), uno in più rispetto al format usuale, segnando così un importante passo avanti dal punto di vista delle collaborazioni internazionali, grazie alle partnership strette con il Miami e il New York Wine & Food Festival, due degli appuntamenti enologici più rinomati al mondo.

2- Un’edizione da record. Ancor prima di iniziare l’edizione 2019 si preannuncia fortunata, con un numero record di produttori in arrivo dall’isola e dall’Italia – ma non solo. Un’attesa piena di fermento ed entusiasmo che ha fatto bene anche al turismo locale: gli organizzatori, infatti, hanno ricevuto un grande numero di richieste da parte dei viaggiatori stranieri, che hanno già prenotato una piccola fuga primaverile a Porto Cervo durante il festival.

3- Il programma. Sono 75 i produttori che parteciperanno al Porto Cervo Wine & Food Festival: 20 aziende legate al food e 55 cantine. Si partirà con la prima giornata dedicata interamente agli operatori del settore, ai buyer internazionali e ai giornalisti specializzati, mentre i giorni successivi saranno aperti al pubblico, con seminari, talk show, degustazioni e incontri di approfondimento, dove si parlerà di Sardegna, di vino del futuro e degli effetti dei cambiamenti climatici sull’enologia.

4- Il sapore della Sardegna. L’importante manifestazione rappresenterà inoltre una vetrina per tutti i prodotti sardi, che grazie al progetto “Taste of Sardinia” potranno essere degustati in giro per il mondo. Nello specifico, gli chef degli alberghi del gruppo Marriott Costa Smeralda (Cala di Volpe, Cervo, Pitrizza e Romazzino) porteranno le migliori prelibatezze dell’isola all’Harry’s Bar di Londra, Miami, Il Cairo, e persino in Kazakistan, costruendo una piattaforma internazionale nel nome delle eccellenze enogastronomiche della Sardegna.

5- I numeri. Non solo cibo e vino. Il Porto Cervo Wine & Food Festival inaugura anche la stagione estiva della prestigiosa Costa Smeralda, che nel 2018 ha visto una crescita repentina nel numero di turisti, con il +8% di camere occupate. Insomma, l’evento si presenta come un’occasione unica non solo per celebrare ancora una volta la sfaccettata e prelibata tradizione culinaria orgogliosamente italiana, ma anche la piacevole opportunità di fare le valigie e partire alla scoperta di terre uniche e favolose.



Potrebbe interessarti anche