News

#DGlovesNewYork: la NYFW di Dolce&Gabbana

Martina D'Amelio
11 aprile 2018

4 giorni all’insegna del Made in Italy, vestito per l’occasione dal glamour americano: Dolce&Gabbana trionfa a New York con la prima fashion week su misura Oltreoceano. Un omaggio tutto italiano alla Grande Mela.

In scena le Alte Artigianalità, le collezioni Couture più esclusive: dall’Alta Moda ai Gioielli, fino all’Alta Sartoria per lui, condite da un party allo Standard Hotel e dall’inaugurazione ad hoc della nuova boutique di Mercer Street (prevista per oggi 11 aprile). Il tutto per lanciare un unico messaggio: #DGlovesNewYork.

L’inizio di questa personalissima NYFW? Il 6 aprile alla New York Public Library, che ha visto protagoniste le creazioni di Alta Gioielleria della Maison installate per l’occasione tra libri e sculture di carta firmate dall’artista statunitense Nick Georgiu. Un evento “brillante” con tanto di cena di gala e cori gospel, condotto da una madrina d’eccezione: Sarah Jessica Parker. Lo scopo? Raccogliere fondi in favore del New York City Ballet e dell’associazione ROC United con un’asta lampo: in vendita i gioielli e l’abito dell’attrice.

La micro settimana della moda by DG è approdata poi nella Rainbow Room del Rockefeller Center il 7 aprile, per dare spazio all’eleganza dell’Alta Sartoria. Qui, sulle note di Liza Minelli, ha sfilato un uomo in completi in paillettes e ricami preziosi. Un vero e proprio inno alla città: la Statua della Libertà, i grattacieli, il ponte di Brooklyn; e poi i NY Yankees e la Big Apple. Solo alcuni dei simboli apparsi su abiti e accessori per lui della Maison, indossati per l’occasione dai fedelissimi Millennials e non Austin Mahone, Maluma, David Gandy, Roberto Rossellini, Brandon Thomas Lee.

Un tripudio di coolness americana che ha visto il suo apice nella sfilata dell’8 aprile dedicata all’Alta Moda Donna alla Metropolitan Opera House, il teatro dell’Opera di New York che per la prima volta ha ospitato un evento fashion. Ad accogliere il pubblico, nella piazza del Lincoln Center, una mostra a cielo aperto con le creazioni d’Alta Moda realizzate dal 2012 a oggi. Il defilé, apertosi con un discorso commemorativo di Isabella Rossellini, ha visto incedere sulle ampie scalinate ricoperte di fiori 100 look, anch’essi come quelli maschili tributo alla città che non dorme mai. Abiti imponenti dalle sfarzose gonne a ruota decorati con piume, pellicce intarsiate con l’Empire State Building, giacche streetstyle a stelle e strisce, abbinati a eccentrici copricapi con tanto di King Kong e tiare da Liberty Statue. Creazioni uniche e preziose indossate nientemeno che da Naomi Campbell, Karlie Kloss, Joan Smalls, Ashley Graham, Romee Strijd e Taylor Hill. Un successo applaudito in prima fila da Diane Kruger, Dakota Fanning, Catherine Zeta Jones, e Lady Kitty Spencer.

Tutti intervenuti per celebrare il duo siciliano e festeggiare a suon di fuochi d’artificio, anche il 9 aprile con un party privato allo Standard Hotel, con dinner al The Standard Grill e festa al Top of The Standard, sulle note della cantante Rita Ora. Per finire in bellezza con l’inaugurazione ufficiale dello store su 3 piani nella centralissima Soho, con tanto di show e performance dedicata, previsto per oggi 11 aprile.

Di New York amiamo tutto: ci piacciono il cibo, le persone, i grattacieli, i ristoranti, la metropolitana, la vita notturna e le luci che non si spengono mai” hanno dichiarato i designer. E stando al successo riscontrato da questa NYFW d’eccezione, il sentimento è reciproco.


Potrebbe interessarti anche