Woman

Dolce & Gabbana: la sfilata in Messico nel segno di Frida

Martina D'Amelio
20 aprile 2018

Frida Kahlo. Ma anche tutta l’arte del Made in Italy. Dolce & Gabbana sorprendono ancora una volta con le collezioni di Alta Moda, Alta Sartoria e Alta Gioielleria, questa volta in esclusiva per il mercato messicano. Le linee vanno in scena come capolavori a Città del Messico, nella suggestiva location del Museo Soumaya, e si confondono tra le sculture di Auguste Rodin.

Devozione e folclore. Sacro e profano. E poi la Vergine di Guadalupe e i grattacieli. Tutto nel Paese oltreoceano sembra aver a che fare almeno un po’ con Dolce & Gabbana, che d’altronde aspiravano a portare proprio qui, da sempre, uno dei propri epici show. “Il calore umano, un determinato approccio alla vita, sono nel Dna italiano, come in quello messicano” dicono.

Si conclude l’ultima tappa di un viaggio che dall’8 aprile a oggi li ha portati su e giù per le Americhe, a partire da New York. A conquistare la patria dell’icona-pittrice ben 104 uscite tableaux vivant svincolate dai tempi canonici e dalle mode ma perfettamente ancorate al paesaggio, al clima, ai colori del Messico: in passerella al museo vanno in scena abiti da ballo sontuosi, vestiti in pizzo con ricamata la sacra Vergine, camicie e t-shirt nei colori della bandiera, cappotti ricamati di perle e pietre, giacche di piume colorate e outfit mariachi.

Da abbinare a copricapi di rose e turbanti di seta, simbolo dell’iconografia di Frida, oppure a maxi sombreri di paglia. Per lui, il tuxedo più classico si veste di bagliori e ricami oppure si presenta nel classico bianco, e si mixa a lussuose vestaglie da camera. Sul catwalk modelle e modelli del posto, tra cui l’influencer Juan Pablo Zurita, classe 1996, tra i Millennials preferiti dal duo. Tutti diretti nel corso del gala da una madrina d’eccezione: Sophia Loren.

L’uscita più preziosa? Un vestito da ballo realizzato a partire da un’opera su tela dell’artista messicano Romero Britto. Una creazione speciale donata proprio al Museo Souyama, che entrerà a far parte della collezione permanente.

E così, ancora una volta Dolce & Gabbana colgono nel segno e rafforzano la loro presenza all’estero. Oltre che nel nostro cuore: perché è sempre bello vedere trionfare fuori dai confini i propri connazionali. Quale sarà la prossima tappa? Noi non dimentichiamo i rumors su una possibile sfilata a Como. Perché anche qui ci meritiamo un po’ di glamour.


Potrebbe interessarti anche