Donne, Mamme e nuove leggi

Patrizia Eremita
24 marzo 2013

Nonostante le polemiche, le discussioni e i timori che hanno accompagnato le ultime elezioni politiche, una notizia è certa, ed è molto positiva: il Parlamento non è mai stato così rosa. Non solo è il più giovane, ma anche il più femminile della nostra storia repubblicana.
Non so voi, ma io mi aspetto grandi cose. Per tanto tempo abbiamo lamentato la mancanza di una presenza femminile che potesse portare più attenzione verso le donne, le mamme e ciò che più serve per migliorare le nostre vite…ed ora? Sarà il momento buono per poter realizzare tutto questo con una forte presenza rosa ai piani alti della politica?
La percentuale di donne elette è del 31%, dato che di sicuro fa nutrire grandi aspettative.

Qualche esempio?
Auspicata è una maggiore tutela dell’immagine femminile nei mezzi di comunicazione, che serva a cambiare la cultura che negli ultimi 20 anni ha umiliato e a volte addirittura mortificato le donne.
Una serie di norme che contrastino il femminicidio – fenomeno in crescente aumento – sgravi fiscali per quelle aziende che assumono lavoratrici e maggior sostegno dei diritti delle donne e della maternità (vedi dimissioni in bianco).
Leggi a favore della conciliazione famiglia-lavoro attraverso un piano di sviluppo dei servizi all’infanzia (asili nido, bonus bebè, voucher per baby sitter e badanti) e agevolazioni per tutte quelle aziende che introdurranno il “welfare aziendale” che spesso aiuta enormemente le donne che si ritrovano a fare acrobazie per tenere a bada tutte le loro responsabilità tra bimbi, casa e lavoro.

Dite che mi aspetto troppo?
Penso che si potrebbero fare grandi cose agevolando aziende, donne e servizi sociali. Certo, bisogna volerlo, e proprio per questo mi auguro che la presenza di più donne in politica possa portarci sulla buona strada.

E vorrei che questo nuovo Parlamento composto da giovani uomini e donne ci stupisse: non sarebbe un grande segnale di rinnovamento?

Aspetto i vostri commenti… voi cosa proporreste?

Patrizia Eremita
www.mammaelavoro.it