Sport

Dorothea Wierer: 5 cose da sapere sulla campionessa azzurra del biathlon

Alessandro Cassaghi
23 Marzo 2020

C’è’ una ragazza dello sci italiano che è riuscita a realizzare una vera impresa: vincere due medaglie d’oro di fila nella Coppa del Mondo. Stiamo parlando della grande Dorothea Wierer, campionessa del biathlon (la specialità nella quale lo sci di fondo va di pari passo con delle sessioni di tiro al bersaglio, ndr) che a Kontiolahti, in Finlandia, ha messo al collo la seconda medaglia d’oro in due anni. Ma chi è Dorothea quando non si allena sciando e sparando ai bersagli? Andiamo a scoprirlo.

Una passione per la moda. Dorothea si allena da quando era ragazza, e dal 2006, anno in cui è entrata a far parte della Nazionale juniores, ha dedicato anima e cuore al biathlon. Ma cosa avrebbe fatto se non avesse intrapreso questa carriera? “Mi piace il mondo della moda – ha raccontato – forse avrei studiato per diventare stilista o per lavorare nell’abbigliamento”. Ama i vestiti, e ha confessato di avere più scarpe col tacco che sneakers nel suo armadio. Una vincente anche nella stile, la nostra “Doro”.

Un’altra passione alla quale, però, ora dovrà fare a meno per un po’. Oltre ad essere una grande amante della moda, Dorothea ha una passione segreta: quella per il cioccolato. D’altra parte, quando si fanno mille ore di allenamento (mille, avete proprio letto bene) all’anno, è importante riprendere in fretta le energie con una buonissima barretta. Ma in questo periodo la Wierer deve fare a meno del suo amato dolce: “Se vinco il mondiale ad Anterselva (che si è svolto a fine febbraio, prima della coppa del mondo di marzo, ndr) rinuncio al cioccolato per un mese. Ma non di più, è troppo buono”.

Un oro vinto anche in amore. Dorothea Wierer, oltre ai successi mondiali, deve molto al suo sport, visto che proprio grazie al biathlon ha incontrato l’uomo della sua vita, l’allenatore di sci di fondo Stefano Corradini. Lui e la Wierer si sono conosciuti 12 anni fa nella caserma delle Fiamme Gialle a Predazzzo. Ai tempi, il compagno di vita di Dorothea (che lei descrive paziente e capace di trovare sempre le parole giuste) era istruttore di tiro, lei una giovane atleta: all’inizio il rapporto era molto formale, ma poi la campionessa ha “fatto centro” nel cuore di Stefano. Un colpo da medaglia d’oro!

Quanto (non) dorme Dorothea? Di solito sentiamo dire che, per un’atleta, il ritmo del sonno è una questione di vitale importanza per poi rendere al meglio nella disciplina scelta. Ma le canoniche “otto ore di sonno”, per quanto riguarda Dorothea, si dimezzano, soprattutto nei periodi ricchi di impegni agonistici: “Non dormo più di quattro ore per notte”, ha confessato. Ma qual è il segreto di Dorothea per cercare di stemperare la tensione e cercare di riposare un po’ di più? Semplice, “A casa io e mio marito non parliamo mai di biathlon, e questo mi dà serenità”.

Il “no” a “Playboy”. Bella, con occhi di ghiaccio e un fisico mozzafiato, nel 2015 Dorothea ha rifiutato di posare per un servizio fotografico. Si trattava di uno shooting per la storica rivista per adulti “Playboy”, che le propose di farsi fotografare nuda. “Non mi sarei sentita a mio agio, un po’ di privacy please”, ha spiegato, aggiungendo: “indossare l’intimo, invece, è tutta un’altra cosa”.