Woman

Dress Scandinavian: 10 capi per un guardaroba irresistibilmente minimal

Beatrice Trinci
17 Maggio 2019

Anche la semplicità è un’arte. Dopo stagioni di massimalismo spinto, anche la moda si sbarazza del superfluo, proponendo capi e accessori minimali, ma mai privi di personalità. La primavera-estate 2019 si contraddistingue così per il suo stile essenziale, dove una sentita ricerca di normalità, comodità e naturalezza, renderà ogni guardaroba assolutamente irresistibile.

Una tendenza sottotono, che affonda le proprie radici nel design e nell’architettura: negli anni ’60, infatti, less is more divenne la linea guida per artisti e creativi, che fecero di questo motto un vero e proprio mantra. Allo stesso tempo anche i più importanti stilisti decisero di portare in passerella silhouette, sfumature e tessuti privi di fronzoli ed eccessi, a celebrare la purezza delle forme, la chiarezza delle linee e la semplicità delle geometrie.

Il risultato? Le iconiche creazioni di Maison che hanno fatto del minimalismo il proprio marchio di fabbrica, da Yohji Yamamoto a Jil Sander, fino a Calvin Klein.

Ecco così che la moda si fa sempre più lineare, spoglia e monocromatica, anche – e soprattutto – oggi. La via più diretta per il neo-minimalism? Le passerelle di Bottega Veneta, Loewe e Marni che propongono modelli minimali e raffinati, impreziositi da tagli morbidi e dettagli unici; oltre alle collezioni proposte da nuovi stilisti come Jacquemus, che mostra il lato essenziale della riviera francese, o The Row, il famoso marchio delle gemelle Olsen, con stilosissime proposte gender fluid, dal tocco quasi austero.

Via libera dunque a blazer, knit dress, jeans, sandali nudi, camicie e pantaloni wide-leg, con colori presi in prestito dalla terra, dalla sabbia e dalla pietra. Forme delicate, volumi semplici. Nessuna stampa né applicazione, nessun fronzolo né eccesso: sta tutto nel dettaglio, che si fa sofisticato e indispensabile.

Insomma, uno stile sobrio ma ricercato che arriva direttamente dalla Scandinavia, dove le avverse condizioni atmosferiche richiedono un guardaroba comodo e versatile. Un perfetto esempio della filosofia nordica dell’Hygge, dove è possibile stupire, pur restando con i piedi ben piantati a terra. Sfogliate la gallery per scoprire 10 must-have irresistibilmente essenziali.

  • Adottate la visione minimalista di Daniel Lee per Bottega Veneta con le decolleté in pelle colorblock e tacco geometrico. Non ve ne pentirete

  • Non esiste guardaroba minimale senza un blazer dalle linee pulite: irresistibile quello cammello con colletto a contrasto firmato Loewe

  • La classica camicia bianca s’impreziosisce di dettagli inediti, come quella proposta da Jacquemus con ampio scollo e nodo in vita

  • È di COS il costume intero con spalline monochrome, per un’estate all’insegna della semplicità

  • Immancabili nel guardaroba di ogni mimimal addicted i jeans straight leg a vita alta di Acne Studios

  • By Far propone la borsa geometrica in toffee leather, un accessorio unico nella sua modestia che eleverà ogni outfit, dall’ufficio al tempo libero

  • Niente grida stile nordico e rilassato come i pantaloni wide-leg in lino e cotone di Marni, perfetti da indossare con t-shirt e pullover per un look scandi-approved

  • Ispirato ai disegni intrecciati dell’artista svedese Märta Måås-Fjetterström, è di Tôteme l’abito in maglia con spacco laterale e colletto stile polo che abbraccia ogni silhouette

  • La scarpa must-have dell’estate? Il sandalo “bare” con cinturini minimali e kitten heel. Scegliete il modello in rosso firmato The Row per un effetto iper chic

  • Anche Chloé si veste di semplicità con gli orecchini a cerchio dorati, viti argento e logo. Il risultato? L’eleganza che sta tutta nel dettaglio



Potrebbe interessarti anche