Il mio punto di vista

Dubai: il mio paese delle meraviglie

staff
25 gennaio 2012

Come ho già detto in precedenti occasioni, la meta che in questo momento preferisco è sicuramente Dubai. Luogo di svago e di relax assoluto, questa vera e propria perla all’interno degli Emirati Arabi Uniti è un posto magico, capace di soddisfare i sogni e i desideri di ognuno di noi.

E’ stato quasi per caso che, molti anni fa, mi sono imbattuta nel tesoro nascosto che è Dubai; allora le grandi trasformazioni e lo sviluppo erano ancora lontani, ma sin dal primo istante sono rimasta profondamente colpita da questa nicchia sospesa tra Oriente e Occidente. Me ne sono innamorata.
Ogni volta che atterro in aeroporto ho sempre la stessa sensazione: mi sembra di arrivare in un posto dove tutto può succedere, il fortunato incrocio del meglio di Miami, New York e Monte Carlo.
Questo Paese delle Meraviglie riesce ad accontentare proprio tutti, dagli adulti che vogliono godersi una vacanza rilassante, alle coppie che desiderano una parentesi romantica, fino alle famiglie con bambini dalle esigenze più disparate.
Per gli amanti del mare, contrariamente al luogo comune per cui, essendo una città, Dubai non dispone di splendide spiagge, esistono acque calde e pulite. Non sono certo paragonabili a quelle delle Maldive, ma sicuramente superano quelle vantate da molti resort.
Per i più sportivi, invece, è possibile praticare qualunque tipo di attività, persino il paracadutismo. I bambini, poi, sono particolarmente fortunati perchè hanno la possibilità di imparare ad andare a cavallo nella prestigiosa scuola di equitazione messa a disposizione nel compound delle scuderie reali.
Sempre per i più piccoli, inoltre, l’ideale è fare una gita nell’immenso parco acquatico di Wild Wadi, con 24 attrazioni a tema arabeggiante, o a Bab Al Shams, un’interessante ricostruzione di villaggio arabo tipico, a 20 minuti da Dubai. Un luogo incantevole e molto suggestivo, dove anche noi grandi possiamo divertirci, organizzando ottime cene, aperitivi e, al tramonto, divertenti escursioni in jeep nel deserto.
Coloro che hanno voglia di uno shopping sfrenato e senza limiti, invece, devono assolutamente visitare il Dubai Mall, il centro commerciale più grande al mondo, dove c’è addirittura una pista di pattinaggio e sembra di essere a Rockfeller Center. Anche il Mall of the Emirates è favoloso, con la sua formidabile ricostruzione di St. Moritz, con tanto di pista da sci.
Per chi ama la mondanità, il lusso e le serate eleganti, la scelta è veramente sterminata. Il Pierchic, ad esempio, è un ristorante molto esclusivo – Naomi Campbell ha festeggiato lì il suo compleanno – che sorge alla fine di un lungo molo ed è interamente in legno; lo adoro perchè ricrea lo spirito della Sardegna e ogni volta mi sembra di essere su una fantastica barca a vela. L’Atmosphere, invece, il nuovo ristorante all’interno dell’Armani Hotel, si trova all’ultimo piano dell’edificio e regala agli ospiti una vista mozzafiato a 360 gradi su tutta la città. Attenzione però, perchè essendo un luogo molto d’èlite – meta favorita di grandi attori e sceicchi – si può prenotare solo su segnalazione di un cliente ed è fornito di un ingresso privato e separato da quello dell’albergo. Lo trovo davvero cool.
Per quanto mi riguarda, tutti i luoghi che ho elencato sono dotati di un’atmosfera unica e sorprendente, che ho sperimentato in prima persona e che mi è rimasta nel cuore.
Per alloggiare, tra le mie mete favorite c’è l’Atlantis the Palm, che sorge proprio alla fine della nuova struttura a palma di Jumeirah, una penisola artificiale nel Golfo Persico, che ha la forma del tipico albero. E’ una vera meraviglia tra le meraviglie, perfetta ed imperdibile per chi decide di trascorrere una vacanza all’insegna della famiglia e dei propri bambini: per me è una meta obbligata quando viaggio in compagnia di mia figlia Rosyana.

Altre due location che adoro sono il One and Only, ottimo per chi viaggia in coppia, ed il Madinat Jumeirah, a mio giudizio il più adatto ad ogni “evenienza”. Può infatti soddisfare le esigenze più disparate e far fronte ai gusti più estremi essendo dotato di tre diversi corpi completamente differenti tra loro, sia come prezzi che come ambientazione. Offre inoltre un’ampissima gamma di ristoranti – tra cui anche il sopracitato Pierchic -, da quello in cui non si servono alcolici a quello aperto fino alle 2 di notte (orario in cui a Dubai non vengono più serviti alcolici). Vi è inoltre la ricostruzione di un autentico suk con all’interno il famoso e affascinante ristorante Pisces. Davvero magico.

Uno spazio internazionale, sicuro ed efficientissimo, un luogo innovativo sospeso tra Oriente e Occidente, un enorme resort – mi ricorda un po’ Las Vegas ma senza il concetto del gioco – dove davvero tutto è realizzabile: Dubai è inimitabile.

 

Gabriella Magnoni Dompé

  • Tramonto a Bab Al Shams

  • Bab Al Shams

  • Ristorante Pierchic

  • Vista dal Medinat Jumeirah

  • One and Only – Ristorante Arabic

  • Spiaggia del One and Only

  • Vista dall’Atlantis

  • Armani Hotel

  • Deserto a Bab Al Shams