News

Escada scommette su Emma Cook

Martina D'Amelio
2 Ottobre 2019

Un’immagine della campagna FW19/20 di Escada con protagonista Rita Ora

Emma Cook è il nuovo direttore creativo di Escada. La designer è stata arruolata come global design director del marchio tedesco al posto di Niall Sloan.

La nomina – a effetto immediato – arriva come un fulmine a ciel sereno: dopo due anni di carriera nelle fila dell’azienda tedesca creata nel 1978 a Monaco, lo stilista Niall Sloan (che vanta esperienze precedenti da Hunter e Burberry) ha deciso di lasciare il ruolo per dedicarsi a altri progetti. Una decisione che ha costretto i vertici di Escada a trovare subito un sostituto.

E chi meglio di Cook? La stilista inglese ha alle spalle 20 anni di esperienza e collaborazioni: diplomata alla Central Saint Martins di Londra, ha lavorato con marchi del calibro di Ports 1961, Stella McCartney, Aries e, più recentemente, Victoria Beckham. Ha inoltre lanciato il suo omonimo marchio moda nel 2000, sul mercato fino al 2015.

È una personalità di grande talento e la sua creatività è in estrema sintonia con il mondo del brand. La sua visione porterà a un’evoluzione i codici Escada e per questo siamo entusiasti di accoglierla nel nostro team”, ha commentato Iris Epple-Righi, ceo di Escada. I primi frutti del suo lavoro? La collezione disegnata da Cook vedrà la luce a brevissimo: infatti esordirà già con l’autunno-inverno 2019/2020.

Questa label ha un profondo dna. Non vedo l’ora di esplorarne l’heritage, unico nel suo genere, e di disegnare le collezioni Escada pensando a un ideale femminile contemporaneo”, ha affermato. La designer proseguirà il lavoro di rinnovamento brillantemente iniziato da Sloan: basti pensare alla recente co-lab di It Bags con la star Rita Ora, anche brand ambassador del marchio tedesco con la campagna autunno-inverno 2019/2020.



Potrebbe interessarti anche