Lifestyle

Estate, tempo di tormentoni: 5 manie di stagione

Silvia Ragni
8 Agosto 2019

Le manie estive sono un po’ come le hit da spiaggia, danno l’imprinting alla stagione vacanziera. E dal momento che dire “estate” equivale a dire “euforia”, si tratta di ossessioni veicolate da un’ebbrezza collettiva che non disdegnano la massificazione. Anzi, più fan annoverano meglio è: diventano una sorta di segno di appartenenza, di emblema identificativo.

A pochi giorni da Ferragosto, nel Bel Paese, si registrano innumerevoli tormentoni sia riguardo il look che il lifestyle; in molti casi, si tratta di tendenze incubate l’inverno scorso poi evolutesi in must estivi. In altri, il loro boom coincide con la spensieratezza e con il mood outdoor tipico dei mesi caldi. Ciò che accomuna entrambi i trend, ad ogni modo, è il carattere prettamente stagionale. Le ossessioni dell’estate svaniscono di solito con le prime brume settembrine, senza tuttavia intaccare il valore evocativo che le contraddistingue. Un esempio? Pensi alle palline clic-clac (due sfere in plastica legate ad una cordicella che venivano fatte battere tra loro sempre più velocemente) e la mente torna subito a certe estati di inizio anni ’70, quando le spiagge risuonavano degli assordanti schiocchi che accompagnavano quel giochino.

Il 2019, come già detto, non sfugge alla regola dei tormentoni: ne abbiamo selezionati cinque, avvistati nei centri balneari più cool della penisola. Ce la faranno a sopravvivere all’ equinozio d’autunno? Chi vivrà, vedrà.

Sfrecciare in monopattino sul lungomare 
Li si nota soprattutto al crepuscolo, quando il lungomare e le piazze si affollano per la passeggiata serale: sfrecciano veloci, provocando un sussulto in chi li vede schizzare all’improvviso tra la calca agostana. I monopattini elettrici, quest’estate, si moltiplicano e potremmo incoronarli suprema mania di stagione. Ma non pensate che a saettare in equilibrio su due ruote siano solo i giovanissimi, perché la “monopattino fever” ha contagiato persone di ogni età (o quasi). Ed è magia pura assistere al trionfo di questo bizzarro veicolo anche nel terzo millennio: ribadisce il suo fascino potente quanto intramontabile.

Abbagliare con outfit scintillanti 
Parola d’ordine per gli outfit notturni? Scintillare. Le paillettes vincono su tutto, coinvolgendo abiti ed accessori (specialmente gli zainetti, un autentico tormentone). Ad impazzare sono soprattutto i toni dell’oro e dell’argento, che ritroviamo praticamente su ogni capo: per farsi notare, per abbagliare, per non passare inosservati. Ma lo sparkling look dell’estate 2019 non si coniuga esclusivamente con lo chic, preferendo declinarsi in molteplici stili. Lo ritroviamo soprattutto in versione sporty, dove origina un contrasto iper glamour tra l’essenzialità delle linee e gli ipnotici bagliori.

Calzare sneakers night & day
Si prevedeva già nei mesi scorsi: è esplosa una vera e propria sneakers mania. Le sneakers si indossano giorno e notte, abbinate a tutti – ma proprio tutti – i look possibili. Tra le più cool risaltano quelle con la zeppa alta, sebbene nuovi modelli vengano lanciati a raffica. Dimenticate il classico tacco 12, quindi, quando mettete l’abito da sera; quel che ci vuole è un bel paio di sneakers che dichiarino al mondo la vostra eleganza disinvolta e mai scontata.

Sfoggiare un cerchietto che si fa notare
Al principio fu Prada: i cerchietti esibiti dalle modelle durante la sfilata della collezione primavera/ estate 2019 fanno furore. Voluminosi e completamente rivestiti di raso, la ricercatezza che donano al look li fa apparire simili a degli eleganti copricapo. Non c’è da stupirsi che il cerchietto, specialmente in stile Prada, sia uno dei leitmotiv dell’estate: gettonatissimo è il modello in stoffa, imbottito, meglio se satinato. Naturalmente, declinato in una palette cromatica che abbraccia il rosa, il lilla, il rosso, il verde bosco, il nero, il cioccolato…senza tralasciare la nuance Pantone dell’anno, il Living Coral. Prada – ancora una volta docet.

Riscoprire l’intrigante fascino delle trecce
Da quando Bella Hadid è apparsa su Instagram sfoggiando due trecce sbarazzine, il boom di questa acconciatura ha ricevuto la sua consacrazione. Il motivo del loro appeal, fascinose “testimonial” a parte, non è difficile da capire: le trecce sono pratiche, facili da realizzare, femminili e vagamente hippie, il che non guasta in un’estate che – oltre al primo allunaggio dell’uomo – celebra il mezzo secolo del Woodstock Festival. La variante più cool le prevede preferibilmente alla francese (cioè intrecciate a partire dall’attaccatura dei capelli) ed adornate da un gran numero di mollettine e di fermagli.



Potrebbe interessarti anche