News

Fashion Show Radiography: la femminilità rigorosa di Giorgio Armani

Beatrice Trinci
24 Febbraio 2020

La Milano Moda Donna abbassa il sipario con Giorgio Armani, che a porte chiuse presenta la sua collezione autunno-inverno 2020/2021: un equilibrio stilistico tra maschile e femminile, velluti preziosi e stampe floreali, condito da un sentito omaggio al popolo cinese.

La diretta streaming. La decisione è diramata fin dalle prime ore del mattino: l’Armani/Teatro di via Bergognone, palcoscenico dell’evento, resta off limits per stampa e buyers.  La preoccupazione per la scoperta in Lombardia di un focolaio di Coronavirus, infatti, ha convinto lo stilista a pensare in primis alla salute dei propri ospiti, scegliendo di trasmettere il défilé in streaming sul sito e sugli account social della Maison. “Una decisione presa per non mettere a rischio la salute degli invitati, visti i recenti sviluppi del Coronavirus in Italia”, si legge nel comunicato stampa.

La collezione. È un gentile inno alla femminilità più celata e rigorosa la collezione portata in passerella da Re Giorgio, in cui i velluti, luminosi e fluttuanti, si fanno veri protagonisti di look dalla doppia anima. L’idea di partenza, d’altronde, è quella di far dialogare rigidità e leggerezza, maschile e femminile: un dualismo di stile che si traduce in composte giacche in velvet dalle spalle pronunciate, accostate ad abiti, gonne e pantaloni tempestati di fiori stilizzati e proposti nelle tonalità più accese; ma anche in modelli dai tagli e dai dettagli maschili, come i cappotti avvolgenti, i blazer con galloni da divisa militare e i pantaloni alla zuava negli stivali alti, che sono riletti in chiave romantica, ammorbiditi e ingentiliti. La sera firmata Armani invece s’illumina di pailettes e cristalli, per un prezioso tocco di luce che atterra su eleganti soprabiti, abiti alla caviglia e luminosissimi completi off white pajamas inspired. E i colori? In linea con le sfilate milanesi, anche lo stilista predilige l’utilizzo del nero, seducente e lussuoso, affiancandolo al rosa intenso, al turchese, al grigio perla e al rosso.

L’omaggio alla Cina. La sfilata autunno-inverno 2020/2021 si chiude con un messaggio di solidarietà e vicinanza rivolto alla Cina: in passerella scende una selezione di abiti Haute Couture delle collezioni Giorgio Armani Privé primavera-estate 2009 e 2019 ispirate proprio all’ex Celeste Impero.