Woman

Fashion Show Radiography: la forza del romanticismo secondo Valentino

Luca Antonio Dondi
5 marzo 2018

La prima uscita della sfilata autunno-inverno 2018/2019 di Valentino

All’Hôtel National des Invalides di Parigi va in scena la collezione autunno-inverno 2018/2019 di Valentino. Tra colori saturi, linee Sixties e maxi bouquet floreali, ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo romanticismo prêt-à-porter secondo Pierpaolo Piccioli.

La location. All’interno del ricco complesso dell’Hôtel National des Invalides, Piccioli sceglie la sezione rettangolare del Musée de l’Ordre de la Libération per presentare al pubblico la propria collezione: un’ampia galleria in vetro e ferro allestita con file ordinate di poltrone per gli ospiti e solo qualche pianta a foglia larga come decorazione dello spazio, tutta l’attenzione è concentrata sugli abiti.

Un dettaglio della sfilata autunno-inverno 2018/2019 di Valentino

La collezione. Pierpaolo Piccioli punta tutto sui colori: accesi, brillanti, saturi o opacizzati, abbinati per analogia o per contrasto. Scale di rosso, rosa, giallo, verde e azzurro irradiano la passerella in un arcobaleno di nuances contraddistinte dalla loro purezza, mai mescolate. Oltre a queste, non può poi mancare l’assolutezza del bianco e nero, insieme o separati, a garantire charme e naturale eleganza. Ancora una volta, Piccioli punta a silhouette morbide, fluide, moderne: linee anni Sessanta che lasciano una spalla scoperta, tagli ondulati che creano forme dinamiche insieme a frange e arricciature. Abiti e cappe monacali alternati a midi dress di pizzo e abiti di seta, blazer e cappotti, pantaloni morbidi e bluse di chiffon. E mentre alcuni capi sembrano pronti per essere sfoggiati per le vie di Parigi, altri sembrano appena usciti da una moderna fairytale grazie agli ampi cappucci a pieghe e ai volumi sontuosi. Dall’inizio alla fine, maxi bouquet floreali invadono gli abiti e scolpiscono la silhouette: la forza del neo romanticismo secondo Valentino.

Key pieces. Oltre alle cappe sontuose, a rubare i riflettori, come da tradizione, gli abiti da sera: cocktail dress e abiti lunghi che tra profondi scolli a V e scollature squadrate, maniche a farfalla e abiti off-shoulder, papaveri e margherite oversize rapiscono per la raffinata bellezza, a maggior ragione se ad indossarli sono Vittoria Ceretti e Kaia Gerber. Gli accessori, infine, pochi ma (più che) buoni: eleganti foulard legati in testa, una nuova tote bag dalla patta arricciata, clutch squadrate che sembrano piccoli scrigni e stivali flat in pelle.

Gli ospiti. Ad applaudire l’ultimo successo di Piccioli in prima fila le attrici Dakota Fanning e Kristin Scott Thomas e poi Karlie Kloss, Liya Kebede, Giovanna Battaglia e Bianca Brandolini d’Adda.


Potrebbe interessarti anche