News

Fashion Show Radiography: la nuova borghesia di Celine

Alessandra Cesana
29 Settembre 2019

I riflettori della Paris Fashion Week sono puntati su Celine 05, la quinta collezione disegnata da Hedi Slimane per Celine. Un esercito di donne con le mani in tasca e i capelli leggermente messy procede a passo sicuro: protagonista è la nuova borghesia.

Una classe ben lontana dall’essere snob, con forti rimandi all’estetica degli anni Settanta – il periodo dell’emancipazione femminile – dalla vena bohémienne e contraddistinta dal tipico charme parigino, rilassato e naturale.

La location. Una struttura moderna e minimale nella suggestiva cornice di Les Invalides ospita l’attesissimo defilé. In un gioco di contrasti sculture spigolose si muovono e si illuminano. Compaiono tante piccole luci che simulano l’effetto di un cielo stellato e così inizia lo show.

La collezione. La primavera-estate 2020 di Celine è un susseguirsi di riferimenti: l’amore per gli anni Settanta compare di nuovo a Parigi dopo la sfilata di Saint Laurent ai piedi della Tour Eiffel e proprio qui Slimane cita l’inconfondibile stile di Yves; c’è poi il tema della ribellione, l’omaggio a Loulou de la Falaise con il foulard come copricapo, le bluse pussy-bow che rimandano alla borghesia e i capi spalla d’ispirazione afgana. Look più androgini con blazer sartoriali o completi a tre pezzi – giacca, pantalone e gilet – si alternano ad abiti chemisier midi e morbidi, con stampe d’archivio per il giorno, che si trasformano per la notte incrostati di cristalli e ricami preziosi. Protagonista indiscusso è il denim, indumento che diventa simbolo di ribellione. Jeans svasati, camicie slim, gonne ampie e culotte ricamate puntellano l’intero défilé. A rendere la collezione bohémienne ci pensa l’eco fur, grazie a pellicce voluminose e corti gilet in montone con bordi rovesciati. Gli accessori completano i look con borse a tracolla, sottili cinture e morbidi stivali.

Keypieces. La blusa pussy bow in tutte le sue varianti; il micro gilet sartoriale da accostare al denim; gli stivali in pelle slouchy che salgono su fino alla coscia; e poi la maxi pelliccia ecologica maculata, che sembra uscita da un thrift shop vintage.

Front row. Ad applaudire Hedi Slimane, Catherine Deneuve, Carla Bruni, Alexa Chung in prima fila. Ormai il suo chiacchierato esordio da Celine sembra solo un lontano ricordo.