News

Fashion Show Radiography: l’Eleganza secondo Dolce&Gabbana

Martina D'Amelio
25 Febbraio 2019

Dolce&Gabbana chiude la Milano Fashion Week con una sfilata tributo alle origini, all’insegna dell’Eleganza senza tempo. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul defilé autunno inverno 2019/2020 della Maison italiana.

La location. Il Metropol questa volta si trasforma in un palcoscenico, con tanto di tende scarlatte, lampadari di cristallo e sontuose decorazioni floreali a fare da sfondo alla passerella. Il setting è ispirato ai teatri d’antan anni Cinquanta. Un video anticipa il fashion show e mostra il duo al lavoro nell’atelier, alle prese con tessuti, bozzetti, e disegni della nuova collezione. Suono di campane, riecheggia la colonna sonora di Amarcod di Fellini e inizia lo spettacolo.

L’ispirazione. Un performer annuncia i propositi della linea: l’intrinseca artigianalità, il fatto a mano, in una sorta di ritorno alle origini. La collezione, proprio come in una piece teatrale, è divisa in atti, ognuno direttamente ispirato a uno dei capi icona e delle tendenze che hanno fatto la storia di Dolce&Gabbana: si va dal mannish style al loungewear, dai broccati ai fiori, fino ai motivi animalier e al “Nero di Sicilia”.

La collezione. La linea per il prossimo autunno inverno s’intitola “Eleganza” e celebra soprattutto l’heritage della casa di moda puntando su ciò che da sempre la caratterizza: il Made in Italy in tutte le sue forme. La raffinatezza palpabile del taglio dei look in stile maschile, dal completo smoking con tanto di panciotto per lei che si indossa col cappello a cilindro e i mocassini ricamati in vernice; il tailleur da camera in seta lucente con revers maculati; l’abito floreale con fiocco in vita e calze nella stessa stampa.
La donna di Dolce&Gabbana è una ragazza d’alto rango che in hotel sfoggia la lingerie di pizzo pastello con le babbucce di pelliccia e un attimo dopo è pronta per il gala in avvolgente tubino di paillettes rosé. Effervescente, potremmo definirla: e questa volta lo spazio dato alla maglieria – anche’essa preziosa, glitterata, intarsiata da disegni Surrealisti – regala al suo eccentrico guardaroba un’inedita connotazione daywear. La sorpresa finale? Una serie di 5 abiti da sposa (e da sogno).

Key Pieces. Il collant a stampa all-over coprente nei motivi icona della collezione, dalle rose ai pois al maculato, che si indossa rigorosamente con sandali a listini e il tubino midi; la mantella, protagonista dello show in varie e coloratissime declinazioni; la gonna di pizzo nero trasparente da indossare sulle culottes a vita alta; il cerchietto di maxi perle, le stringate a punta e la borsa a soffietto ladylike in cocco stampato. I must-have che verranno secondo Dolce&Gabbana.

 



Potrebbe interessarti anche