News

Fashion Show Radiography: Versace e il suo primo show co-ed

Mirco Andrea Zerini
22 Febbraio 2020

La terza giornata della Settimana della Moda di Milano ospita l’attesissimo show di Versace. Donatella opta per la sfilata unificata e porta in scena le collezioni uomo e donna della Medusa per il prossimo autunno-inverno 2020/2021, non senza colpi di scena.

La location. L’ultima volta, Jennifer Lopez nel celebre Jungle dress, vera protagonista dello show primavera-estate 2020. Oggi la situazione cambia: lo spazio è enorme e le due lunghe tribune sono divise da un video wall imponente su cui, prima dello show, si riflette la moltitudine di giornalisti e fashion insider alla ricerca del proprio sitting, per lasciare spazio poi ad una – virtuale – Donatella che è riprodotta centomila volte con volti diversi, ma tutti rigorosamente iconici e riconoscibili. Intorno il buio, illuminato dai riflettori puntati su modelli e modelle, decisi, sfrontati, totalmente calati nella parte.

La collezione donna. Femminilità allo stato puro: la collezione autunno-inverno 2020/2021 si apre all’insegna della sensualità decisa e consapevole, contraddistinta da tanto, tantissimo glamour. Occasioni d’uso e personalità diverse invadono la passerella: di giorno il look è velatamente street e sporty– pullover cropped collegiali, bomber trapuntati e minigonne a pieghe; la sera è super sexy, con una donna inguainata in tubini con dettagli cut out sul decollété, minidress inguinali e gown che svelano sovrapposizioni e accenti metal. Non mancano poi completi rock e bold, tailleur gessati in tonalità fluo e blazer dress in pied de poule rosso e nero. Donne in carriera e anticonformiste: la musa di Versace sa quello che vuole e come raggiungere i propri obiettivi, svelandosi spregiudicata e moderna.

La collezione uomo. Per la prima volta Donatella porta in scena menswear e womenswear insieme: se la donna è decisa, l’uomo non è da meno e questa scelta sottolinea sempre di più il concetto di fluidità e di superamento delle barriere di genere. Un maschio virile che ai completi classici alterna elementi eccentrici: è così che giacche e pantaloni mostrano pattern zebrati, i bomber in pelle diventano cropped, i pantaloni sono ampi, il fluo diventa l’elemento essenziale di look sporty dall’animo (quasi) street.

Gli highlight. Tanti, tantissimi i look in passerella – ben 91 – tra cui spiccano alcuni highlight destinati a guidare le tendenze della prossima stagione. Primo su tutti il fluo, che torna prepotentemente anche nel prossimo autunno per capispalla e completi solo all’apparenza classici. E poi il mix and match di stampe – zebrato, pied de poule e floral rigorosamente insieme – e il cut-out, che scopre con discrezione lembi di pelle. Tra gli accessori, scarpe e borse con un segno distintivo: è l’iconica V, in versione dorata e barocca ad arricchire e a rendere riconoscibile qualsiasi dettaglio in più.

Il parterre e il cast. Un cast di supermodelle – c’erano proprio tutte – ha indossato le nuovissime creazioni della Medusa: tra le altre, Kendal Jenner in minidress argentato, Kaia Gerber in pied de poule rosso e nero, Bella Hadid con pullover preppy style. Nel parterre, un front-row prettamente femminile con celebrities e influencer ad applaudire la loro beniamina: la cantante Elodie, reduce dal successo di Sanremo, Chiara Ferragni e Fedez, Emily Ratajkowski, Barbara Palvin, l’attrice Margherita Buy, tra gli altri.