Woman

Femminilità e sobrietà delle forme per la Pre-Fall 2016 di Versace

Luca Antonio Dondi
19 dicembre 2015

È un Versace diverso quello presentato nella collezione Pre-Fall 2016, un Versace più ordinato nei volumi e sobrio nelle forme, meno sexy ma sempre femminile, dall’animo audace ma con toni moderati.

Accantonati gli abiti da red carpet e le mises attillate vedo-non-vedo, Donatella Versace si concentra sul daywear cittadino con una collezione fresca, giovane e incredibilmente moderna. I capispalla giocano un ruolo importante: i cappotti dal taglio sartoriale si stringono in vita, i bomber dalle spalle spioventi diventano quasi corpetti, le pellicce si tingono di nuance frizzanti, i trench si rivestono di pelle. Lineari e minimal le linee degli abiti, con occasionali tagli in vita o sulle spalle effetto layering, geometriche applicazioni a contrasto, scintillanti Swarovski per i cocktail dresses. Pencil skirt o gonne plissé con stampe grafiche ispirate alla street art si combinano con camicie maschili o bluse di seta, felpe o pullover in cui compaiono il logo della Maison o l’iconica greca. Pantaloni a vita alta dal taglio a sigaretta e blazer creano raffinate mise da lavoro e recuperano la femminilità attraverso pattern floreali.

Anche gli accessori si adattano al mood cittadino e una frizzante sobrietà diventa il trait d’union: ai piedi mocassini flats in vernice o col tacco, stivaletti Chelsea e sandali con cinturino alla caviglia; zainetti, tracolle e tote bags in cui vige lo stemma della Medusa e i contrasti cromatici agiscono con forza sul nero; i bijoux si fanno leggeri, minimali, essenziali.

Un Versace nuovo che dimostra di saper essere audace anche durante il giorno, di essere femminile nonostante la mancanza di lustrini e paillettes, di essere glamour anche senza stampe barocche e dettagli dorati. Un nuovo volto della Medusa che il prossimo autunno camminerà fiero tra le strade della città.


Potrebbe interessarti anche