News

Fila è sempre più glam. E si prepara alla MFW

Martina D'Amelio
29 giugno 2018

Uno scatto della campaign Fila SS18

 Chi non mostrava con orgoglio la propria felpa a marchio Fila nei mitici anni Ottanta o portava ai piedi le mitiche Disruptor? Oggi questi sono tra i must-have più gettonati tra i Millennials. Il big coming back a tutto glam del marchio street italiano tra i più giovani è irrefrenabile, tanto che sulla scia del successo ha deciso di debuttare persino in passerella.

L’appuntamento è con la prossima edizione di Milano Moda Donna a settembre: per Fila si tratta della prima volta sul catwalk. E per il lancio, il marchio sportivo nato a Biella nel 1911 si affida ai due nuovi direttori creativi, Antonino Ingrasciotta e Joseph Graesel.

Poco ancora si sa sulla data e sui dettagli dello show, ma una cosa è certa: il brand nelle mani di Gene Yoondal dal 2007 – artefice principale del grande ritorno della label – non accenna a fermarsi. E annuncia anche una mostra aperta al pubblico sul suo lungo heritage alla Triennale di Milano, in concomitanza con la fashion week dal 18 al 24 settembre.

È l’inizio di una nuova era per il marchio. Il background dei due stilisti amalgama alla perfezione sport e moda: esplorando gli archivi dell’azienda sono stati capaci di mettere insieme una proposta in grado di portare il brand a un livello superiore. Ora il passato di Fila s’intreccia con il suo futuro” dichiara il global chairman a MFFashion. E aggiunge: “La nostra storia ricca di sponsorizzazioni di campioni, vittorie, stili e ricordi rappresenta l’essenza dello sportswear che oggi va per la maggiore”.

Ma d’altronde si era già capito che il marchio atheisure sarebbe diventato sempre più cool non solo grazie al fortissimo passato (ricordiamo le sponsorship con Alberto Tomba e Björn Borg ad esempio), ma anche dalle co-lab presentate nell’ultimo periodo, a partire da quella con Jason Wu per arrivare a Fendi. Senza contare i guadagni: oggi quello che sembrava un brand ormai dimenticato non solo impazza su Instagram, ma rappresenta una realtà quotata in Borsa da 2,3 miliardi di dollari di fatturato (e prevede di chiudere l’anno in double digit).

Tutto Fila liscio: e noi nostalgici non vediamo l’ora di vedere cosa riserverà il brand alla prossima MFW.

 

 


Potrebbe interessarti anche