News

Fiorucci rilancia il menswear con Daniel w. Fletcher

Martina D'Amelio
19 Dicembre 2019

Un ritratto di Daniel w. Fletcher

Buone notizie per lui da Instagram. Daniel w. Fletcher è il nuovo direttore creativo del menswear di Fiorucci: la prima collezione disegnata dallo stilista sarà presentata alla prossima London Fashion Week Men’s.

In una data ancora non rivelata, dal 4 al 6 gennaio, il designer britannico presenterà la sua linea per il brand anni Novanta, da qualche tempo tornato sulla cresta dell’onda grazie al plauso delle influencer, da Kendall Jenner a Chiara Ferragni. La big news arriva direttamente dal profilo IG di w. Fletcher, che scrive: “Sono onorato di annunciare che sarò il nuovo menswear artistic director di Fiorucci. Non vedo l’ora di condividere con voi la mia prima collezione durante la London fashion week a gennaio”.

Candidato al premio Lvmh 2017, ora il designer si appresta a dare nuovo lustro anche in ambito maschile al pop brand conosciuto per le sue t-shirt a tema angeli, i suoi pantaloni vinyl e i giubbotti di jeans micro, fondato nel 1967 da Elio Fiorucci. “Siamo lieti di dare il benvenuto a Daniel in Fiorucci. La nostra capacità di attrarre un individuo del calibro di Daniel è una vera e propria testimonianza della forza del marchio e delle nostre ambizioni di crescita”, ha dichiarato Simon Backhouse, ceo Fiorucci, ora soto l’egida di Janie e Stephen Schaffer.

A loro il merito di aver dato slancio al marchio italiano, aprendo persino un negozio a Londra nel 2017 sulla falsariga di quello mitico in piazza San Babila. E ora a Daniel w. Fletcher il compito di rilanciare l’abbigliamento maschile, che attualmente è composto solamente da pezzi in jersey e denim e rappresenta il 10% delle vendite. Utilizzerà la strategia delle capsule collection, che è andata a gonfie vele per la donna – basti pensare all’ultima co-lab di Fiorucci con Adidas Originals? Intanto Fletcher, in parallelo, porterà avanti la sua linea omonima (che sfilerà alla Paris Fashion Week Men’s) e ripartirà dagli accessori maschili di Fiorucci, per ampliare l’offerta in chiave total look.

Una delle cose importanti che intendo fare è elevare Fiorucci. Vogliamo allontanarlo dallo streetwear, che è sinonimo di jeans, magliette e felpe”, ha spiegato lo stilista. Ci riuscirà?