Woman

Genio e creatività per la Pre-Fall 2016 di Gucci

Luca Antonio Dondi
11 dicembre 2015

Ancora una volta è il caso di dirlo: la creatività e il genio di Alessandro Michele colpiscono di nuovo. Dopo averci sbalordito con la collezione Cruise a New York e appena qualche mese fa con la Spring-Summer che ha sfilato a Milano, anche la Pre-Fall 2016 firmata Gucci ha lasciato tutti a bocca aperta.

La collezione vive di una vita propria, ha un’anima e uno spirito inconfondibili, è una parata di stili in cui il punk diventa glamour e gli anni Settanta scivolano nel bon ton. I colori, le stampe e i tessuti si fondono insieme evidenziando le emozioni e l’interesse storico-culturale del designer in un mix and match esplosivo.

I ricami finissimi tratti dal mondo animale e vegetale tornano a movimentare minidress, jeans a zampa, gonne plissé, bomber e pullover. Capispalla broccati con inserti in pelliccia, denim jacket, cappe e cappotti si adagiano su gonne midi a stampa all over o metallizzate, abiti floreali arricchiti da dettagli trompe l’oeil o con pattern geometrici. Gli abiti lunghi di tulle, chiffon o velluto si movimentano con l’aggiunta di ricami, fiocchi, fiori, balze o una spolverata di glitter.

Anche gli accessori seguono il fil rouge della collezione: plateau vertiginosi per sandali e stivali in vernice o pelle metal, flats con inserti in pelliccia, borse a spalla – tra le quali l’ormai iconica Dionysus – arricchite da applicazioni, occhiali dal mood 70s, baschi, coccarde e gioielli dall’animo vintage. Ma in questa ventata di novità portata da Michele non mancano i riferimenti alla storia della Maison: bande verde-rosso, chiusure con stemma GG e stampa guccissima continuano ad impreziosire abbigliamento e accessori.

Una collezione ispiratrice e ispirata, un revival di altri tempi con una profonda attenzione ai ritmi e alle tendenze del presente. Una nuova pagina dello stile Gucci by Alessandro Michele che ci piace sempre di più.


Potrebbe interessarti anche