Cultura

Giselle torna a danzare al Teatro alla Scala

Benedetta Bossetti
21 Settembre 2019

Dopo i plausi ricevuti durante la tournée in Cina, torna al Teatro alla Scala sino all’8 ottobre il romantico balletto Giselle.

Musica di Adolphe Adam, la coreografia è di CoralliPerrot nella ripresa di Yvette Chauviré; sul podio David Coleman, sempre preciso nella conduzione di un’impegnativa ed emozionante partitura; le scene e i costumi sono quelli di Aleksandr Benois rielaborati da Angelo Sala e Cinzia Rosselli.

La storia è nota agli amanti del balletto classico: racconta di Giselle, una giovane, promessa al guardacaccia del luogo, che però si innamora del principe; verrà tradita, impazzirà e morirà di crepacuore. Nella vicenda tradimento e redenzione sono il sale della narrazione che si dipana tra feste della vendemmia ed i riti delle immacolate e spietate Willi – gli  spiriti delle vergini morte per amore prima del matrimonio.

In scena l’étoile Svetlana Zakharova è Giselle: recita danzando le pantomime con una delicata, timida e commovente leggerezza ed esprime magistralmente la drammatica, angosciante e possente scena della pazzia. David Hallberg veste i panni di Albrecht, timido e delicato, ha buoni entrechats. Hilarion, il guardacaccia promesso sposo tradito, è invece interpretato da un Mick Zeni dalla tecnica perfetta ed un sempre coinvolgente recitativo. Martina Arduino spicca e cattura il pubblico nell’accurato e rigoroso pas de deux dei contadini. Nel complesso, uno spettacolo sempre appassionante, reso unico da un perfetto ed entusiasmante Corpo di Ballo. Al termine, 18 minuti di meritatissimi applausi.

Ph Credits Brescia Amisano



Potrebbe interessarti anche