Destinazioni

Giù negli abissi: ecco il viaggio per scoprire il relitto del Titanic

Beatrice Trinci
12 Febbraio 2019

Sono passati pochi mesi da quando Blue Star Line ha annunciato che nel 2022 il transatlantico più famoso ci riproverà, salpando da Dubai per ripercorrere l’esatto tragitto del primo Titanic, tragicamente affondato nel 1912 – questa volta, si spera, in tutta sicurezza. Intanto, per ingannare l’attesa, è stato organizzato un viaggio sui generis, che permetterà a una cerchia ristretta di curiosi di scendere negli abissi per visitare il relitto della mastodontica – e a tratti maledetta – imbarcazione.

In cosa consisterà il progetto? Piccoli gruppi di nove persone partiranno da St. John’s, Newfoundland, in Canada, a bordo di un tecnologico sottomarino che inizierà il suo viaggio verso le profondità dell’Atlantico, fino ad arrivare ai resti della celebre nave. Un’avventura decisamente spettacolare, adatta però alle tasche e alla fisicità di pochi: il viaggio costerà, infatti, 105 mila dollari (circa 90 mila euro), che è precisamente il corrispettivo odierno di quanto costava il biglietto originale all’epoca del disastro, e richiederà una perfetta preparazione atletica, oltre ad uno stato di salute cardiovascolare e respiratorio impeccabile.

Serviranno 7 ore per arrivare al Titanic, ma una volta raggiunte le profondità oceaniche inizierà la seconda, entusiasmante missione. La nave su cui Jack e Rose si sono perdutamente innamorati rappresenta un vero e proprio museo naturale, a tutti gli effetti uno dei cimiteri più popolosi del mare, che rischia nel giro di pochi anni di disintegrarsi a causa della pressione spaventosa, dell’acqua salata e di altri agenti ambientali. Per questo il team avrà il compito di effettuare uno screening 3D, utile a ricreare poi un modello virtuale che possa testimoniare lo stato attuale dello storico transatlantico, prima che svanisca nel nulla.

Una speciale missione le cui date non sono ancora ufficiali, ma che siamo certi ci lascerà col fiato sospeso, come è successo qualche anno fa davanti al blockbuster di James Cameron.

 

 



Potrebbe interessarti anche