News

Givenchy protagonista al femminile di Pitti Uomo

Martina D'Amelio
13 Marzo 2019

Pitti Uomo sbarcherà dall’11 al 14 giugno a Firenze, ma svela in anticipo la sua prima ospite speciale: si tratta di una donna, Clare Waight Keller, anima di Givenchy.

La stilista britannica è infatti stata scelta come Guest Designer dell’edizione numero 96 del salone dedicato al lui e si appresta a presentare la prima collezione menswear completa del brand nell’orbita di Lvmh, che guida dal 2017, in Fortezza da Basso.

Appuntamento in calendario mercoledì 12 giugno con quello che si annuncia come uno degli eventi clou della kermesse.

Per noi è un grande onore ospitare l’esordio della collezione uomo di Givenchy con la direzione creativa di Clare Waight Keller” dice Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi speciali di Pitti Immagine. “Una visione forte, moderna ed elegante: un progetto perfetto per Pitti Uomo. Sono certo che le atmosfere e gli spazi di Firenze offriranno a Givenchy ulteriori motivazioni estetiche e simboliche per concentrarsi sulla moda maschile”.

Le nostre radici sono a Parigi – ha sottolineato il direttore artistico di Givenchy – ma calcare per la prima volta la passerella maschile a Pitti è un’ottima chance. Da molto tempo avevo in mente di fare qualcosa a Firenze ed è stato bellissimo ricevere l’invito. Questa è una città molto importante e creativa, l’ideale per partire con una prima sfilata”, ha dichiarato Waight Keller.

Visto il grande successo della linea womenswear e gli apprezzamenti riscossi in occasione della presentazione dell’anteprima della collezione maschile a Parigi lo scorso gennaio, non c’è dubbio che la designer si appresti a lanciare una collezione uomo stand alone che catalizzerà l’attenzione del pubblico fashion. E si tratta indubbiamente di uno step importante per la casa di moda francese, che da Pitti Uomo mira a fare il grande salto alla Men’s fashion week di Parigi il prossimo gennaio.

Addio per sempre agli show co-ed quindi: ormai l’uomo per Givenchy è più di una scommessa. Il menswear, infatti, ha un ruolo importantissimo per il marchio (rappresenta la metà del business). E il banco di prova sarà proprio Firenze. Staremo a vedere.



Potrebbe interessarti anche