News

Gucci Garden: svelate due nuove sale, all’insegna di Björk

Martina D'Amelio
14 giugno 2018

Pitti Uomo 94 è stata la cornice durante la quale Alessandro Michele ha scelto di svelare due nuove sale del Gucci Garden, l’esclusivo polo della Maison sito in piazza della Signoria a Firenze: e, come sempre, è riuscito a stupire.

All’interno dello storico Palazzo della Mercanzia e per la precisione negli spazi museali della Gucci Garden Galleria il direttore creativo ha inaugurato due nuove sale che hanno accolto gli ospiti con un’installazione speciale dedicata alla cantante Björk. Si tratta ufficialmente di due period room che accoglieranno nel corso del tempo progetti dedicati a particolari concept e artisti, proprio a partire dalla star islandese.

Perché questa scelta per la prima edizione? Michele e la cantante si conoscono in realtà da tempo, e il designer ha firmato proprio il celebre abito indossato dalla star nel video di The Gate, il primo singolo tratto dall’album “Utopia” (2017) : un vestito luminoso realizzato con cinque metri di PVC iridescente plissettato e 20 metri di organza di lurex, crêpe de chine e jersey di seta, che oggi abbaglia gli spettatori nelle nuove sale poste al primo piano della Gucci Garden Galleria.

Un’opera d’arte, considerato che per produrlo ci sono volute 550 ore di lavorazione, oltre a 320 ore per le sole embroideries. A fargli compagnia due maschere sempre indossate dalla cantante nel video e realizzate dall’artista James Merry, specializzato nei ricami (anche di Gucci). La mini esposizione comprende anche un secondo abito, accessori e una selezione di libri rari, il tutto in un continuum ispirato al mondo immaginario evocato dal video e dall’ispirazione che si nasconde dietro le originali creazioni.

Ma non è finita qui: l’inaugurazione delle nuove sale è stata accompagnata dal lancio in esclusiva per il Gucci Garden di una capsule collection di felpe, t-shirt e bags firmata dall’artista londinese Isabella Cotier. I protagonisti di questi capi e accessori? I fiorentini più eccentrici avvistati per le strade, ritratti dalla 23enne sulle sue creazioni battezzate con nomi di piazze e vie della città. Tra nuove sale e must-have formato Millennials, il Gucci Garden è più florido che mai.


Potrebbe interessarti anche