News

Gucci: quando il DIY si fa cool

Martina D'Amelio
17 maggio 2018

Uno scatto della campagna Gucci DIY firmata da Petra Collins

Da quando il Fai da Te è diventato sinonimo di coolness? Una cosa è certa: a contribuire al suo inconsueto upgrade è stato soprattutto Gucci, pioniere nel lancio di progetti di personalizzazione dall’arrivo nelle proprie fila dell’eclettico Alessandro Michele.

Da sempre in prima linea a favore della customizzazione, la Maison ora presenta un nuovo format Do It Yourself in esclusiva per l’e-commerce: le maxi lettere dell’alfabeto sono le nuove protagoniste di quest’iniziativa che coinvolge le sneakers Ace e l’It Bag Ophidia, vendute per l’occasione in confezioni speciali stampate con la scritta ABCDEFGucci.

Le sneakers Ace personalizzate

I clienti potranno scegliere le proprie iniziali distintive: si va da lettere in pelle, caimano, pitone, fino a quelle in feltro con cristalli, da applicare in grande formato sul fronte o sul retro della borsa e sulla parte anteriore delle scarpe (una lettera per calzatura), in quest’ultimo caso fissate con due patch a bottoni removibili.

E per i fortunati che saranno a New York nei prossimi mesi, il nuovissimo spazio Gucci Wooster presenterà il nuovo progetto DIY anche in store: grazie a un’applicazione in realtà aumentata, gli acquirenti potranno puntare l’obiettivo di un iPad o un iPhone su uno degli articoli Gucci personalizzandolo direttamente dall’app nel modo più realistico possibile.

Uno scatto della campagna Gucci DIY firmata da Petra Collins

Chi usufruirà del servizio online invece potrà prepararsi all’esperienza di shopping DIY lasciandosi ispirare dalla campagna realizzata da Petra Collins e immedesimandosi nelle eclettiche rock star protagoniste, che indossano i nuovi accessori personalizzabili Gucci a suon di musica, tra bauli e dischi vintage. Il DIY non è mai stato così cool.

 


Potrebbe interessarti anche